Trama THE SUMMER OF SANGAILE | Sky Cinema
THE SUMMER OF SANGAILE

THE SUMMER OF SANGAILE

88'2015Drammatico
Guarda il trailer
  • Regia: Alanté Kavaïté
  • Genere: Drammatico
  • Paese: USA
  • Durata: 88'
  • Data di uscita: 2015
  • Titolo originale: THE SUMMER OF SANGAILE

Cast:

Aiste Dirziute, Julija Steponaityte, Nele Savicenko, Laurynas Jurgelis, Jurate Sodyte, Salkauskaite Inga, Martynas Budraitis, Gaile Butvilayte

Trama:

Lituania, estate. Sangaile è in vacanza con i suoi genitori nella casa di loro proprietà. La ragazza è fortemente attratta dalle esibizioni di volo acrobatico ma quando l'estrazione di un biglietto di lotteria le consentirebbe un'esperienza del tutto gratuita in materia si ritrae. Chi le ha però offerto quella fortuna che ha poi rifiutato è una coetanea che lavora in un bar e che le diviene amica fino a quando il sentimento tra le due muta in attrazione. Sarà a lei che Sangaile rivelerà quali sono le ferite, non solo psicologiche, che ne frenano la passione per il volo.
Chi ha modo di vedere per motivi professionali numerosi film che si occupano delle fasi più critiche dell'adolescenza sa che l'originalità di questo film non sta certo nel soggetto. Perché l'estate e le vacanze sono uno dei luoghi deputati ai riti di passaggio, che la solitudine adolescenziale è un tema ritornante e che i genitori vengono spesso descritti come distanti, indifferenti o, nel migliore dei casi, come incapaci di comprendere. E' quanto accade anche in questo film dove il padre di Sangaile appare come un'assenza 'presente' e la madre è rimasta ancorata al ricordo delle sue passate performance di danzatrice classica.
Dove sta allora l'originalità? Sta nello sguardo della regista Alanté Kavaïté che trasporta un soggetto già visto ad un livello diverso. E' la tenerezza con cui viene descritta l'esplorazione di se stessa e della sua sessualità che fa della ragazza una protagonista di cui seguire il percorso con interesse. Ma lo è anche il modo in cui la quotidianità di una vacanza viene esteticamente trasportata in una dimensione che sta tra il sogno e l'incubo. Si pensi alle scene in cui tra le due amiche si libera l'attrazione fisica o a quelle in cui per Sangaile riemergono le angosce più profonde e si potrà percepire come l'attenzione sul piano della costruzione e illuminazione dell'inquadratura sia estremamente accurata senza per questo divenire leziosa.

Mostra altro