Trama OLTRE LE NUVOLE: IL LUOGO PROMESSOCI | Sky Cinema
OLTRE LE NUVOLE: IL LUOGO PROMESSOCI

OLTRE LE NUVOLE: IL LUOGO PROMESSOCI

91'2004Animazione
Guarda il trailer
  • Regia: Makoto Shinkai
  • Genere: Animazione
  • Paese: Giappone
  • Durata: 91'
  • Data di uscita: 2004
  • Titolo originale: OLTRE LE NUVOLE: IL LUOGO PROMESSOCI

Cast:

Trama:

In un futuro apparentemente prossimo, il Giappone è diviso in due, in seguito a un conflitto mondiale e ai susseguenti accordi di pace. Il sud del Paese è alleato con gli Stati Uniti d'America, mentre l'Hokkaido è sotto il controllo dell'Unione, opposta politicamente agli americani. Mentre i due blocchi contrapposti studiano le mosse l'uno dell'altro, a preoccupare i nippo-americani è una torre altissima, dalle finalità misteriose, costruita in Hokkaido dagli scienziati dell'Unione. Takuya e Hiroki, scienziati in erba, studiano un velivolo che possa raggiungere la torre senza dare nell'occhio e attirano la curiosità di una ragazza, Sayuri, a cui entrambi finiscono per affezionarsi.
Dopo un cortometraggio concepito e realizzato sul proprio Mac come Voices of a Distant Star, Shinkai mette per la prima volta il suo talento visivo al servizio di una produzione ad alto budget. Il risultato è folgorante: la capacità di Shinkai di aprire l'inquadratura su orizzonti di vastità apparentemente infinita è unica.
In Oltre le nuvole, il luogo promessoci il termine "regia" assume un significato quanto mai affine a quello inteso al di fuori del mondo anime, perché il senso dell'inquadratura di Shinkai piega e modella i limiti di quello che può normalmente consentire il cinema di animazione. L'uso del colore e l'abbinamento di questi con le sfumature emozionali dei personaggi rappresenta un film a sé, tanto è mirabile la sua realizzazione. Tanta è la concentrazione del regista nel dar vita ai paesaggi o nel regalare spessore ai propri personaggi - complessi, carichi di sensibilità e mai riducibili a caricature - che la trama finisce per passare in secondo piano. La complessa materia trattata in Oltre le nuvole: il luogo promessoci uno scenario di guerra fredda ipotetico, finisce per essere quasi incomprensibile, per lo spettatore, complice l'inizio in medias res. Universi paralleli, sogni che si mescolano con la realtà e generano realtà alternative: probabilmente troppi ingredienti e troppo poco tempo per elaborarli in maniera compiuta, benché risulti ben presto evidente come la tematica sci-fi passi in secondo piano rispetto a quella amorosa. Rimosso il coté distopico, al cuore di Oltre le nuvole si trova l'elaborazione del sentimento amoroso cara a Shinkai, con il destino a guidare i giochi, tra i non detti e le occasioni solo sfiorate. L'accenno di un triangolo stile Jules e Jim è solo uno dei molti e possibili richiami cinematografici, anche se più di tutti è Kubrick a essere invocato, con una torre infinita che molto ricorda il monolito nero di 2001 Odissea nello spazio: una costruzione misteriosa, eretta con uno scopo ben preciso e assai differente da quello ipotizzato dall'uomo.

Occorre prestare molta attenzione alla trama ricca di ellissi e complicazioni per godere appieno di Oltre le nuvole, oppure disinteressarsene in toto e godere solo della magnificenza visiva di un talento destinato a regalare molto all'universo anime.

Mostra altro