Trama FEMMINA FOLLE | Sky Cinema
FEMMINA FOLLE

FEMMINA FOLLE

110'1945Drammatico
  • Regia: John M. Stahl
  • Genere: Drammatico
  • Paese: USA
  • Durata: 110'
  • Data di uscita: 1945
  • Titolo originale: FEMMINA FOLLE

Cast:

Cornel Wilde, Gene Tierney, Vincent Price, Jeanne Crain

Trama:

Il romanziere Richard Harland si ritrova sposato con la bella Ellen Brent, conosciuta da poco, dopo che questa, in tempi rapidissimi, ha troncato il proprio fidanzamento con un magistrato in carriera. Ellen ama Richard con una passione che prevede l'esclusione di qualsiasi altra persona, a partire dal giovanissimo cognato disabile che vede come un ostacolo alla loro intimità Lo stesso trattamento è riservato alla propria madre e alla sorellastra. Quando si presenterà l'occasione la donna sarà tentata di cominciare a rimuovere gli ostacoli.
I titoli italiani come spesso accade oggi ma, come possiamo verificare, accadeva anche in un passato non recentissimo, possono modificare profondamente l'approccio dello spettatore a un film. Se Femmina folle finisce con l'indirizzarlo verso i drammatici sviluppi della vicenda, il titolo originale "Leave Her to Heaven" non solo è quello del romanzo di Ben Ames Williams a cui si ispira la sceneggiatura ma ha anche un rimando all'altro film di grande successo che aveva visto protagonista Gene Tierney: Heaven Can Wait (Il cielo può attendere).
Qui il paradiso che Ellen vorrebbe ottenere per sé finisce con il trasformarsi in un inferno per il suo partner e non solo. Siamo di fronte a un melodramma di spessore che valse all'attrice una nomination all'Oscar (poi vinto da Joan Crawford con un personaggio che amava troppo come Ellen ma che, a differenza di lei, finiva con l'essere positivo). Ciò che impedisce al film di essere però nel complesso all'altezza di altre opere che vedono la Tierney come protagonista è il suo partner Cornel Wilde, rigido e quasi congelato nel ruolo dell'oggetto del desiderio. Tanto da far chiedere allo spettatore di oggi cosa di lui potesse attrarre una donna così bella se non il fin troppo facile complesso edipico messo in evidenza sin dalle prime battute.
Il film merita poi una segnalazione tutta hollywoodiana: Gene Tierney e Vincent Price si ritrovano faccia a faccia dopo Vertigine ma qui lui si ritrova 'liquidato' in tempi rapidissimi anche se poi 'usato' al momento giusto.

Mostra altro