Shame, una vita da sesso-dipendente

La locandina di Shame

Sky Cine News presenta lo scandaloso film di Steve McQueen con Michael Fassbender ambientato in una New York lussuriosa e senza scrupoli. Guarda il video

Arriva Shame il film più imbarazzante di questo inizio di 2012: sesso, scandalo, vergogna col nuovo idolo di Hollywood Michael Fassbender che interpreta Brandon, un trentenne sesso-dipendente: "E' un personaggio disturbato che cerca dentro se stesso la forza per riuscire a impegnarsi sentimentalmente: prova emozioni in senso immediato e auto-distruttivo".

Il suo mondo viene scombussolato dall'arrivo della sorella che gli sconvolge la routine: "E' disturbato, non vuole intrusioni nella sua quotidianità. E poi gli riporta alla luce un passato che non vuole ricordare. Alla base della storia c'è l'idea della libertà: ma in realtà lui si sente libero ma vive in una sorta di prigione".

Il 2011 è stato l'anno di Fassbender. E' il nuovo volto che rischia di diventare una star internazionale: "Dedico la Coppa Volpi presa a Venezia lo scorso anno al regista Steve McQueen: mi ha cambiato la vita nel 2007 quando mi ha chiamato per fare Hunger. Il punto di svolta è stato comunque con Bastardi senza Gloria di Quentin Tarantino". Anche il 2012 sarà sotto il suo segno: lo vedremo tra l'altro in Prometheus che segna il ritorno alla fantascienza di Ridley Scott.