Torna La Talpa e si chiama Gary Oldman

Gary Oldman nella locandina de "La talpa"

Arriva al cinema il nuovo film tratto dal romanzo di John Le Carrè. Una storia intensa di spionaggio all'ombra del Big Ben: guarda il servizio di Sky Cine News

Spie, tradimenti e suspance, arriva al cinema La Talpa con Colin Firth, premio Oscar per Il Discorso del Re, e Gary Oldman. E' tratto dal romanzo di John Le Carrè ed è il primo di una serie di romanzi con protagonista George Smiley. Raccontata da Sky Cine News, parla di un agente segreto in pensione che viene richiamato per scoprire la spia del kgb alla corte di sua maestà.

Il primo Smiley fu un superbo Alec Guiness, oggi tocca a Gary Oldman: "E' un ruolo da sedia, nel quale stai seduto e ascolti". Tutto nel film è molto curato. Oldman, di solito chiamato a ruoli più fisici, si trova a suo agio: "A Smiley ho dato qualche anno e chilo in più e ho scolorito i capelli".

La Talpa si concentra sulla gente e sui loro sentimenti, in particolare sulla lealtà: "Parla di persone che restano fedeli anche quando tradite. Ci siamo concentrati sul costo umano di questa guerra. E' ambientato in una Londra grigia per dare spessore alla storia. Ma attenzione non è James Bond: qui il linguaggio è cifrato ma con aria naturale".