La crisi approda sul grande schermo

Inserire immagine
Isabella Ragonese nei panni della laureata in filosofia che finisce a lavorare in un call center nel film "Tutta la vita davanti". Immagine: frame dal film.

Da “The Company Man” a “Beasts of the Southern Wild”, che ha trionfato al Sundance 2012, il tema più gettonato dai registi è quello che purtroppo fa da leitmotiv ai giorni nostri: la recessione. GUARDA I VIDEO

di Camilla Sernagiotto

Cinema in crisi o crisi al cinema?

Questo dilemma amletico ha trovato risposta all’edizione 2012 del celeberrimo Sundance Film Festival, dove a trionfare è stata proprio l’America sull’orlo del baratro.

Ad aggiudicarsi l’ambitissimo premio della giuria è stato infatti Beasts of the Southern Wild di Benh Zeitlin, toccante viaggio di una bambina di sei anni che parte in cerca della madre nel Mississipi più povero.

Ma non si tratta di una novità: povertà, crisi, degrado, disoccupazione e depressione conseguente a tutto l’elenco sono le tematiche più gettonate del cinema degli ultimi anni.
Da Margin Call, che con un cast stellare narra le prime dodici ore della crisi finanziaria che dal 2008 attanaglia l’economia mondiale, a Main Street - L'uomo del futuro in cui Colin Firth tenta di risollevare le sorti (economiche) di una piccola città nel sud degli Stati Uniti, se qualcuno sta pensando di andare al cinema per non pensare ai propri problemi finanziari è meglio che opti per il circo…



Eppure vale anche la legge millenaria del “mal comune, mezzo gaudio”, motivo per cui chi ha appena perso il lavoro può rincuorarsi e, perché no, studiare le mosse di Ben Affleck che tenta di reinventarsi in The Company Men, oppure ispirarsi al George Clooney tagliatore di teste (e poi decapitato lui stesso) del film Tra le nuvole:



Anche i fan di Josh Hartnett non rimarranno a bocca asciutta: pure lui si è prestato per recitare in una pellicola ( August) che ha come sfondo la crisi finanziaria, calandosi nei panni di un giovane imprenditore newyorkese costretto a far fronte al crollo del mercato in seguito agli attentati dell'11 settembre.

Per chi preferisse una ricostruzione precisa del crac finanziario che scatenò la recessione globale, imperdibile è Too Big to Fail - Il crollo dei giganti, film per la televisione che si focalizza sulla crisi dei mutui della Lehman Brothers che fece crollare Wall Street.



E anche il Belpaese omaggia la depressione con tanti titoli dedicati ai giovani disoccupati o agli eterni Co.co.pro. che mai nella vita sentiranno parlare di una tredicesima e di un TFR…

Dalla laureata cum laude in filosofia che si ritrova a lavorare in un call center di Tutta la vita davanti ai precari del film Generazione mille euro, lasciate ogni speranza, voi ch’entrate.