She’s the man: le attrici diventano attori

Inserire immagine

Sono parecchie le attrici che hanno indossato i pantaloni sul set, da Katherine Hepburn in Sylvia Scarlett al recente Albert Nobbs, con Glenn Close candidata agli Oscar come migliore attrice protagonista. Ma come diventare un lui credibile? GUARDA I VIDEO

Guarda anche:
Oscar 2012: tutte le nomination
Tutto sugli Oscar 2012


di Linda Avolio


Se alle origini del teatro e fino a pochi secoli fa erano gli uomini i soli a calcare il palcoscenico e dunque a interpretare sia ruoli maschili sia ruoli femminili, fin dalle sue origini il cinema si è divertito a far indossare i pantaloni anche alle grandi dive. Katherine Hepburn in Sylvia Scarlett, Julie Andrews in Victor Victoria, Cate Blanchett versione Bob Dylan in Io Non Sono Qui, Hilary Swank in Boys Don’t Cry, e altre ancora.

Una trasformazione veramente spettacolare, però, è quella della splendida Angelina Jolie nel film Salt, dove interpreta un'agente della CIA sospettata di essere un'infiltrata sovietica:



L’ultima arrivata nel gruppo “da lei a lui” è la strepitosa Glenn Close, che in Albert Nobbs interpreta appunto il personaggio principale, una donna che nell’Irlanda del XIX secolo si traveste da uomo per poter lavorare come cameriere in un hotel.
Glenn Close – quest’anno già nominata ai Golden Globe come miglior attrice in un film drammatico – ha ricevuto una candidatura ai prossimi Oscar per questo ruolo così avvincente. Riuscirà a portare a casa la statuetta? Se volete scoprirlo seguite la notte delle premiazioni il 26 febbraio su Sky Cinema 1 dalle 22:55, ma nel frattempo eccovi un bel video con la trasformazione nel maggiordomo Albert e alcune scene tratte dal film: