Steve Jobs pronto a invadere tv e cinema

Inserire immagine
Steve Jobs - Getty Images

Iniziate le riprese di jOBS, film sulla vita del fondatore di Apple. Tra le location anche lo storico garage dove tutto ebbe inizio. Al via anche il progetto per un film su fondatore della Mela sceneggiato da Aaron Sorkin

di Gabriele De Palma

Ashton Kutcher è stato sorpreso a passeggiare in jeans slavati e dolcevita nero, la tenuta prediletta da Steve Jobs. Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, invece si è seduto a fianco di Aaron Sorkin per dargli una referenziatissima consulenza per la stesura di una sceneggiatura. Anche questi sono segnali che i due film biografici dedicati al creatore della Mela sono in preparazione, sebbene a livelli di sviluppo diversi anche se entrambi dovrebbero essere terminati entro fine anno e arrivare nelle sale al più tardi all'inizio del 2013. 

jOBS. Il primo ad arrivare sui grandi schermi sarà jOBS, film indipendente prodotto dal Five Star Institute che farà interpretare il ruolo del protagonista al giovane attore americano. La troupe è già sul set e proprio in questi giorni sono iniziate le riprese che – come spiega il produttore Mark Hulme – racconteranno la vita di Jobs nel periodo compreso tra il 1971 e il 2001, il trentennio che ha visto nascere Apple, l'ha vista affermarsi, andare in crisi e perdere il suo fondatore per poi vederlo ritornare negli anni '90. L'opera si conclude nell'anno in cui venne lanciato il primo modello di iPod. Non racconterà quindi del trionfo planetario che la mela morsicata ha raggiunto dopo, con prodotti dirompenti come iPhone e iPad. Il soggetto è tratto dal vasto materiale documentaristico e dalle numerose interviste a Jobs e ai suoi più stretti collaboratori, tradotto in sceneggiatura da Matt Whiteley. La regia è stata affidata a Joshua Michael Stern, che ha diretto anche Swing Vote – l'uomo da 300 milioni di voti. La maggior parte delle riprese si svolgeranno a Los Angeles ma tra le location ci sarà anche lo storico garage al 2066 di Crist Drive a Los Alto (sulla strada che porta da Mountain View, attuale sede di Google, a Cupertino, attuale sede di Apple), dove Jobs e Wozniak iniziarono ad assemblare i primi personal computer della storia, non solo di quella di Apple. Nel cast, oltre a Ashton Kutcher c'è anche Josh Gad che interpreterà Wozniak.

Da Mark a Steve. Più indietro coi tempi il progetto per tradurre i cinema la biografia più celebre di Steve Jobs, quella scritta da Walter Isaacsson. Sony, che ha acquisito i diritti all'indomani della scomparsa di Jobs, sta organizzando al meglio le cose: per la sceneggiatura è stato scritturato Aaron Sorkin, che oltre al The Social Network, film sulla nascita di Facebook, ha scritto anche Codice d'onore e la serie tv West Wing. Nonostante manchino ancora regista e cast, sembra che la pellicola sarà terminata entro fine anno, per arrivare nelle sale all'inizio del 2013.

Il precedente
. Entrambi i lungometraggi dovranno vedersela con l'unico precedente sulla vita di Jobs, a parte i molti documentari, e cioè I pirati di Silicon Valley, un film per la tv che risale al 1998 e che racconta la storia parallela della nascita di Apple e Microsoft. Un'opera poco nota in Italia, anche se è stato doppiata in italiano, ma che è piaciuta molto proprio a Steve Jobs che in occasione del Macworld del 1999 si presentò sul palco in compagnia del suo alter ego cinematografico, quel Noah Wyle noto anche per aver interpretato il Dottor Carter in E.R. E proprio NoahWyle è candidato, insieme a Stanley Tucci, a indossare nuovamente i panni di Jobs.

Guarda Noah Wyle che apre il Macworld del 1999