Matteo Garrone, un "Reality" da Grand Prix

Matteo Garrone con l'attrice Leila Hatami

Il regista italiano conquista l'ambito riconoscimento al Festival di Cannes: "Sono stupito e felice, sapevo quanto era forte la concorrenza". Guarda il servizio di Sky Cine News


Matteo Garrone vince il Grand Prix di Cannes 2012 col suo Reality, unico film italiano in concorso. Una vittoria che ha sorpreso lo stesso regista: "Non sapevo cosa attendermi, perché nei giorni scorsi non ho letto molto i giornali ed ero partito dalla Croisette. Certo, sono stupito e felice perché sapevo quanto forte era la concorrenza e anche perché credo che questo premio aiuterà il film a trovare nuovi spettatori". E poi, ripresosi dallo stupore, ha aggiunto: "Il cinema è un'arte collettiva: condivido questo premio con tutte le persone che hanno lavorato al film, gli attori, la troupe, i produttori, siamo una squadra".

Reality è un film che racconta le distorsioni di questa epoca, condizionata dalla necessità di apparire. Per mantenere dignitosamente moglie e figli e soddisfare i bisogni che la nostra epoca impone, Luciano, interpretato da un sorprendente Aniello Arena, fa il pescivendolo insieme al cugino. Ma non essendo sufficiente si aiuta con piccole truffe. Questa vita strampalata è alimentata da un sogno: partecipare al Grande Fratello. L'obiettivo? Soldi facili per migliorare le condizioni famigliari e nutrire il suo ego smodato. E' a tal punto ossessionato da questo obiettivo che non solo perde il senso della realtà ma finisce per distorcere la stessa realtà a suo piacimento.

E per celebrare i vincitori del 65.mp Festival del Cinema di Cannes, Cult trasmettera martedìm 29 maggio, L'imbalsamatore di Matteo Garrone, mentre mercoledì 30, Su Sky Cinema Max andrà in onda Funny Games di Haneke, vincitore della palma d’oro 2012.