Cinema mutante

Inserire immagine
La locandina di Chernobyl Diaries

Mercoledì 20 giugno esce nelle sale l'horror "Chernobyl Diaries", film degli stessi produttori di "Paranormal Activity ". Ma non si tratta della prima pellicola dedicata all’orrore mutante...

Un gruppo di ragazzi americani si fa condurre tra le rovine di Chernobyl, divenuto luogo-simbolo degli orrori del nucleare. Ben presto però, i coraggiosi si accorgono di non essere soli e si ritrovano a lottare per la sopravvivenza con dei mutanti, risultato delle radiazioni del famigerato incidente. È la trama di Chernobyl Diaries, film che è già un evento prima di uscire perché prodotto dallo stesso team di Paranormal Activity, film low-cost che fece sfracelli al botteghino. Lo potremo vedere nelle sale italiane a partire da mercoledì 20 giugno, ma non si tratta certo del primo esempio di "cinema mutante".

Lasciando da parte le formiche giganti, i lucertoloni e tutte le altre bestie rese mostruose dalle radiazioni, prendiamo in considerazione alcuni film che hanno per protagonisti degli esseri umani mutati dalle cause più disparate. Come in Chernobyl Diaries, anche i mutanti del deserto di Le colline hanno gli occhi, remake del 2006 di un classico di Wes Craven, sono vittime delle radiazioni: nel loro caso, però, responsabili del loro deterioramento genetico sono i test nucleari condotti dal governo degli Stati Uniti nel bel mezzo del deserto. Dovrà vedersela con loro una tranquilla famigliola in viaggio in camper.



Le radiazioni sono al numero uno, ma anche gli esperimenti scientifici poco avveduti hanno fatto la loro parte nel cinema sui mutanti: già nel 1932 uno scienziato pazzo dava vita a dei mostruosi ibridi umani-animali ne L’isola delle anime perdute. Più di recente, nel 2009, Adrien Brody si trovava a fronteggiare il risultato di un cocktail di geni umani e di vari animali in Splice. Ne La mosca di David Cronenberg (a sua volta remake di un vecchio film), Jeff Goldblum veniva invece trasformato in un essere metà uomo e metà mosca in seguito a una serie di tentativi avventati con un dispositivo di teletrasporto.

Per fortuna, non sempre essere un mutante è uno svantaggio. Lo sanno bene i protagonisti della serie X-Men, che in seguito a una serie di misteriose mutazioni si ritrovano dotati di fantastici superpoteri: a Wolverine, Ciclope e compagnia è stata dedicata, negli ultimi anni, una lunga serie di film di successo, tra i quali il recente X-Men: L’inizio. Nel bene o nel male, in ogni caso, il cinema dimostra come i mutanti abbiano esercitato e continuino a esercitare un grande fascino su di noi, forse perché ci mostrano una nostra visione alternativa, di solito degenere, ma in ogni caso diversa, insomma un affascinante squarcio sul possibile. E se i mutanti non vi convincono, così come loro hanno cambiato la loro natura, voi preparatevi a cambiare idea…