Marco Giallini, professione trasformista

Marco Giallini in una scena della prima stagione di Romanzo Criminale

Francesco Castelnuovo ha incontrato il poliedrico attore romano, fresco vincitore del nastro d’argento per la sua interpretazione in ACAB , e insieme hanno ripercorso la sua lunga e ricca carriera

Joseph Gordon Lewitt è senza limiti nel film Senza Freni, film di prossima uscita in cui interpreta un pony express in bicicletta alle prese con una consegna “che scotta”.

The Gangster Squad, pellicola ambientata negli anni Quaranta, narra invece le vicende di due poliziotti (Josh Brolin e Ryan Gosling) alla ricerca di un modo (non necessariamente ortodosso) per sbattere in cella per sempre un pericoloso boss interpretato dal trasformista Sean Penn.

E a proposito di attori camaleontici, Francesco Castelnuovo ha incontrato l’italianissimo Marco Giallini, che ha fatto della poliedricità il suo stile di vita.
Oltre al nastro d’argento per la sua interpretazione in ACAB, l’attore ha vinto anche il riconoscimento di Personaggio dell’anno della rivista Ciak.

Dalla commedia ( Posti in piedi in paradiso) ai film più duri e drammatici (il sopracitato ACAB), durante tutta la sua lunga carriera Giallini si è dimostrato un attore davvero versatile, capace di destreggiarsi tra vari generi e varie tipologie di personaggi.