I migliori insulti della storia del cinema

Inserire immagine
Ecco uno degli insulti più cool della storia del cinema tratto dal film "Una notte da leoni".

Il cinefilo Harry Hanrahan ha raccolto in un paio di video su YouTube i 100 migliori (e peggiori) insulti tratti dalle pellicole più celebri di tutti i tempi. Da Pulp Fiction a Una Notte da Leoni, passando per Full Metal Jacket e Qualcosa è cambiato

di Floriana Ferrando

Anche l’insulto è un’arte e quando si perdono le staffe è bene farlo con una certa classe, senza cadere nel banale e dando libero sfogo alla fantasia. Così il cinefilo Harry Hanrahan si è divertito a montare in due filmati caricati su YouTube le ingiurie più celebri dei film del grande schermo.
Il risultato è una sorta di enciclopedia dell’insulto cinematografico fatta di video della durata di circa 10 minuti ognuno che ripercorrono le 100 migliori (o peggiori, secondo i punti di vista) offese mai immortalate da una cinepresa. 

Guarda i video con i 100 migliori insulti dei film



A farla da padrone nei video (che hanno collezionato rispettivamente 15 milioni e 2 milioni di click) è ‘ Full Metal Jacket’ di Stanley Kubrick: gli insulti che il generale Hartman rivolge alle sue reclute compaiono diverse volte. In particolare, le offese che prendono di mira il soldato ribattezzato poco simpaticamente dal generale “palla di lardo”. Una delle battute più esilaranti secondo il popolo della Rete riguarda la scena in cui il giovane, durante l’addestramento, fatica a superare un percorso ad ostacoli e subito il suo superiore lo apostrofa paragonando la sua goffaggine a quella di un anziano intento a fare sesso.

Guarda una scena di ‘Full Metal Jacket’



“Tu sei fisicamente ripugnante, intellettualmente ritardato, moralmente riprovevole, volgare, insensibile, egoista, stupido, sei privo di gusto, hai un osceno senso umoristico... e per di più puzzi. Non sei neanche abbastanza interessante da farmi vomitare!” Quante ragazze hanno sognato nella loro vita di mettere a tacere un loro ex amante con una stoccata di tale calibro? Dunque, donne, tutte a lezione dalle ‘ Streghe di Eastwick’, la commedia diretta da George Miller nel 1987.

Guarda una scena delle ‘Streghe di Eastwick’




La rivincita del sesso maschile arriva con Jack Nicholson nei panni di uno scrittore nevrotico e di successo nella pellicola ‘ Qualcosa è cambiato’ (1997). Alla domanda di una pedante segretaria che gli chiede “come fa a descrivere le donne così bene” lui, con tono posato e sguardo impassibile, risponde: “Penso a un uomo e gli tolgo razionalità ed affidabilità”.

Guarda una scena di ‘Qualcosa è cambiato’



Fra gli insulti più raffinati della commedia americana c’è quello che il dentista Stu rivolge all’eccentrico Alan: “Sei troppo stupido perché io ti insulti!” in ‘ Una notte da leoni’ (2009). Mentre fra i più volgari c’è la battuta pronunciata sul set de ‘ I Guerrieri della Notte’ (1979) quando i protagonisti si trovano ad affrontare un pericoloso gruppo di uomini armati di mazze da baseball. Ed è proprio da queste mazze che il protagonista prende spunto per insultare il suo avversario.

Guarda una scena de ‘I Guerrieri della Notte’




E ancora, in ‘ Monty Python e il Santo Graal’ (1975) a farla da padrone sono le offese che prendono di mira i familiari: “Vostra madre era un criceto e vostro padre puzza di sambuco". Mentre l’odioso capo dell’agenzia immobiliare di ‘ Americani' (1992) risponde in maniera decisamente colorita quando un suo dipendente gli chiede come si chiama.

Nella top 100, poi, non potevano certo mancare i pazzi rapinatori di ‘ Pulp Fiction’, celebre film del 1994 con John Travolta e  Samuel L. Jackson, che per mettere a tacere un ficcanaso durante una rapina sentenziano: “Non sono affari tuoi, palla di m****”.