"E io non pago": parola di Jerry Calà

Sky Cine News ci porta alla scoperta del film diretto dal regista Alessandro Capone. Una commedia d'evasione che cerca di far ridere il pubblico e parlare della gente che froda il fisco

La Costa Smeralda in Sardegna, si sa, è terra di ricchi vacanzieri, di yacht fantasmagorici, locali alla moda e naturalmente di evasori fiscali. Almeno secondo il film diretto da Alessandro Capone "E Io non pago" che vede il ritorno di Jerry Calà, tra gli interpreti di un rinnovato cinema vacanziero con un occhio però all'attualità di questi ultime tempi. Ovvero l'annoso problema del pagare le tasse in un Paese come l'Italia in cui l'evasione fiscale risulta essere una moda piuttosto diffusa. Naturalmente il tema nel film viene sviscerato in chiave da commedia leggera complice anche di un cast che vede tra i suoi protagonisti il meglio della comicità vacanziera: da Enzo Salvi, a Maurizio Mattioli, da Maurizio Casagrande a Cosetta Turco a Valeria Marini.

La commedia racconta la storia di un maresciallo della finanza (Maurizio Mattioli) e del suo brigadiere (Maurizio Casagrande) che, cercando di scovare gli evasori fiscali in vacanza, puntano su Fulvio (Jerry Calà), l'ex compagno di scuola del maresciallo, ora proprietario di un noto locale frequentato anche dai politici.