Il capitale umano di Virzì

Esce al cinema dal 9 gennaio il nuovo film di Paolo Virzì. Un thriller ma anche una beffarda riflessione su una certa Italia affamata di denaro. Non perdere in anteprima i primi 5 minuti del film all’interno di Sky Cine News, sabato 4 gennaio alle 21.00

Un film forte, pieno di dramma, realtà e dark humour che racconta di un'Italia cialtrona, di finanzieri truffaldini e gente 'piccola-piccola' che ha voglia di fare i soldi, costi quel che costi. "Il capitale umano" di Paolo Virzì, nelle sale dal 9 gennaio, parla di questo e altro e lo fa senza proclami e enfasi, ma con un semplice racconto-thriller costruito come un intricato puzzle.

Libero adattamento de Il capitale umano di Stephen Amidon, il film racconta le velleità di un oscuro e pavido immobiliarista della Brianza, Dino Ossola (Fabrizio Bentivoglio), che sogna di fare il salto nel mondo della finanza. Padre di una figlia, Serena (Matilde Gioli), e con una fedele compagna psicologa (Valeria Golino) in attesa di due gemelli, l'uomo non manca di indebitarsi quando si ritrova amico di un famoso e straricco finanziere come Giovanni Bernaschi (un freddo e spietato Fabrizio Gifuni).

Ma poi un misterioso incidente, in una notte gelida alla vigilia delle feste di Natale, complica tutto e fa emergere la miseria di un'Italia senza valori e dignità dove conta solo il denaro. Tra gli straordinari interpreti di questo film: Valeria Bruni Tedeschi nei panni della moglie di Bernaschi, ex attrice senza talento e ora svampita signora con velleità da mecenate, e Luigi Lo Cascio, professore meridionale, tutto entusiasmo e piccineria. Un uomo pronto a mettere in campo la sua ostentata cultura al seguito di un progetto della bella moglie di Bernaschi.