Eroi e vittime di guerra su Sky Cinema Classics

Inserire immagine
Uno scatto tratto da "Platoon", in onda su Sky Cinema Classics HD il 26 gennaio, all'interno dell'appuntamento "War Movie Sunday"

Sul canale dedicato ai film degli anni d'oro, in arrivo il 26 gennaio l'appuntamento con War Movie Sunday : a partire dalle 6.10, sette pellicole targate MGM , su campagne militari e operazioni segrete. Da Squadriglia 633 a I 7 senza gloria , fino a Platoon

Jean-Paul Sartre scrisse che quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono: una frase, dolorosamente veritiera, che riecheggia con vigore nelle pellicole ascritte al genere war film statunitense, un’etichetta convenzionale che consente alla memoria cinefila di attraversare il primo e il secondo conflitto mondiale, fino alle guerre in Corea e in Vietnam.

Tra battaglie navali, aeree e terrestri, addestramenti militari e nomi in codice, preparate l’elmetto e partite al fronte in un viaggio nel tempo, che Sky Cinema Classics vi offre il 26 gennaio, dalle 6.10 del mattino.
Un’imperdibile maratona di sette film, tutti rigorosamente contraddistinti dal logo col leone ruggente della MGM, vi terrà incollati allo schermo a suon di spari di cannone e colpi di scena…davvero esplosivi.

Si parte alle 6.10 con Squadriglia 633, con Harry Andrews e Cliff Roberston. Sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale, gli anglo-americani hanno un piano per colpire i tedeschi nel Nord Europa, mentre un pilota avente legami con la Resistenza rischia di essere torturato, in caso di cattura.
Una storia di eroismo e morte, diretta magistralmente da Walter Grauman.

Le emozioni proseguono con I seicento di Balaklava, kolossal bellico del ‘68, del regista Tony Richardson, con un’affascinante Vanessa Redgrave. La pellicola, forte di sei nomination ai BAFTA Awards del ‘69, racconta, in maniera critica, la leggendaria carica suicida avvenuta durante la Guerra di Crimea nel 1854.

A seguire, l’intensa pellicola Il ponte di Remagen, per la regia di John Guillermin, con Robert Vaughn e George Segal. Il film, efficace nella ricostruzione ambientale e nelle scene d’azione, narra di quando i tedeschi decisero di far saltare l’ultimo ponte rimasto in piedi durante l’avanzata alleata del ’44.

La maratona continua con La brigata del diavolo di Andrew McLaglen, che annovera nel cast William Holden e Cliff Roberston. La pellicola vi fa accedere a un reparto speciale, costituito da detenuti, addestrato per una rischiosa missione nella Norvegia occupata dai tedeschi.

Se ancora non siete sazi di attacchi nemici e colpi di baionetta, non perdetevi I 7 senza gloria, crudo film bellico, con Michael Caine, ambientato in Nordafrica durante la Seconda Guerra Mondiale. Il film racconta le traversie di un capitano inglese, alla guida una pattuglia coinvolta in una missione strategica: distruggere i depositi di carburante dei nazisti.

Arriviamo ora a La grande fuga di John Sturges, film del ’63 con Steve McQueen, tratto da una storia vera. Il film descrive l’evasione di massa di un gruppo di prigionieri anglo-americani, attraverso gallerie sotterranee.

Per finire, ecco Platoon, il celeberrimo film di Oliver Stone, con William Dafoe, Charlie Sheen e Johnny Depp. La pellicola, che ha raccolto ben quattro Oscar (Miglior Film, Regia, Montaggio e Suono), descrive la reale esperienza di Stone in Vietnam e la bestialità orrenda alla quale sono ridotti i soldati, a causa della droga e della violenza quotidiana.
Tra i brani che fanno da sottofondo musicale alle scene di guerra, da non dimenticare la bellissima (Sittin’on) the Dock of the Bay di Otis Redding.

Sebbene riteniate che il giorno in cui anche la guerra si inchinerà al suono di una chitarra (frase di Jim Morrison) sia, purtroppo, molto lontano, non perdetevi l’appuntamento con War Movie Sunday, su Sky Cinema Classics il 26 gennaio, dalle 6.10!