Tanti auguri Facebook! I 12 tipi di utenti insopportabili

Inserire immagine
Tanti auguri a Facebook per i suoi primi dieci anni!

Martedì 4 febbraio il “faccialibro” compie i suoi primi dieci anni e festeggia su Sky Cinema 1 HD alle 21:10 con il film The Social Network : in occasione di questo compleanno particolare, ecco alcune tipologie di utenti da (ri)conoscere...e da evitare!

di Linda Avolio


Forse non tutti lo sanno, ma Facebook, il famoso e famigerato social network che ormai è diventato parte integrante delle nostre esistenze, il 4 febbraio 2014 compie dieci anni, e per l'occasione su Sky Cinema 1 HD alle 21:10 andà in onda il film di David Fincher dedicato alla nascita e all'ascesa di Mark Zuckerberg e della sua creatura.

Quello che però ogni iscritto del “faccialibro” sa bene, è che, per citare il film di Spider-Man di Sam Raimi del 2002, da un grande potere derivano grandi responsabilità, e se Facebook ha avuto e continua ad avere il potere di mettere in contatto milioni e milioni e milioni di persone ogni giorno, d'altro canto ha anche avuto il merito (ma sarebbe meglio dire la colpa) di dare una libertà di espressione davvero unica. 

Il problema è che spesso questa quasi assoluta libertà di espressione è discutibile, per non dire irritante, o addirittura molesta, perché purtroppo ci sono alcuni (e per alcuni intendiamo migliaia di migliaia) di iscritti che farebbero bene a iscriversi a un corso di bon ton, o meglio, di netiquette (ndr, portmanteau che nasce dall'unione di network e étiquette) prima di accedere al social network più famoso del mondo.

Ma quali sono le peggiori tipologie di utenti, quelle che proprio andrebbero evitate come chi continua a starnutire d'inverno sull'autobus pieno senza coprirsi la bocca con un fazzoletto?

- Gli innamorati che vogliono far sapere a chiunque l'intensità e la forza del loro amore. Sono quelli che si scrivono “Ti amo”, “Ti adoro”, “Cucciolo/a”, “Io e te per sempre” almeno cinquanta volte al giorno, e come se non bastasse sono quelli che rispondono a tali post con file di cuoricini. Per non parlare delle foto: “Io e il mio amore qui”, “Io e il mio amore lì”, e turututù. Preparate l'insulina!

- Gli sgrammaticati. Categoria che si divide in due sottocategorie di utenti: quelli che davvero avrebbero bisogno di un corso base di grammatica italiana, e quelli che usano le abbreviazioni ben consci dello scempio che stanno compiendo (sì, ci riferiamo proprio a te che scrivi ke quando potresti benissimo scrivere che, per non parlare della x al posto di per...).

- Quelli che devono rendere noti a tutti i minimi dettagli della loro esistenza. “Finalmente in piedi!”, “Bloccato/a nel traffico”, “In ufficio”, “In palestra”, “Per negozi”, “Al ristorante”, “Al cinema”, “In bagno”, e chi più ne ha più ne metta, il tutto corredato da triliardi di foto. Dei veri e propri intasatori di bacheche.

- Quelli che parlano solo per citazioni o per proverbi/modi di dire. Non sono eccessivamente molesti, ma a questo punto fate prima a scaricarvi l'app “Aforisma del giorno”.

- Quelli che litigano sempre e con chiunque. Non importa cosa avete scritto sulla vostra bacheca: il “litigatore” troverà sempre il modo per creare la polemica. Sarebbe meglio evitare gli appartenenti a suddetta categoria, ma se proprio non potete farlo, almeno evitate di ribattere. Perché il litigatore, si sa, deve sempre avere l'ultima parola.

- Quelli che ti invitano ogni giorno a cliccare “Mi piace” sulla loro pagina e quelli che ti invitano ogni giorno a giocare a qualche gioco. Se non ho ancora cliccato “Mi piace” alla tua pagina dopo decine di inviti, forse è il momento di capire che non me ne frega niente, o che addirittura non mi piace, no? Stesso discorso per gli inviti al gioco del momento: se non ci ho giocato finora, forse è perché ho intenzione di non giocarci mai, non ci vuole una laurea per capirlo!

- Quelli che ti contattano solo per chiedere un favore. Vergogna, vergogna, VERGOGNA! Brutte persone.

- I parenti, gli ex insegnanti e gli ex. Con tutte e tre le tipologie umane di questa categoria vorreste conservare una certa immagine di facciata, ma soprattutto vorreste che loro conservassero una certa immagine. Perché ammettetelo: siete ancora sconvolti da quella foto che ritrae vostro padre ubriaco mentre balla la lambada, per non parlare di quella della vostra ex insegnante di matematica delle medie ritratta con uno spogliarellista, o ancora, quella della vostra ex fiamma che si fa una selfie in bagno tutta discinta, mentre quando stava con voi sembrava l'incarnazione di Santa Maria Goretti. Traumi.

- I colleghi, le dolci metà e le amicizie delle dolci metà. Perché queste tre tipologie umane sono state inserite nella stessa categoria? Semplice: perché con entrambi dovete stare ben attenti a quello che scrivete/postate. Lo stesso, però, vale per loro, ma in generale averli tra gli amici è sempre un'arma a doppio taglio.

- Quelli che parlano solo per frasi criptiche. "Vedrai un giorno...", "Quando capirai sarà troppo tardi...", "Prima o poi la ruota gira...", "Tu che hai fatto questo/Tu che hai fatto quello..." sono solo alcune delle frasi preferite di questa tipologia di utenti, veri e propri fan dei puntini di sospensione e dell'ambiguità. Lanciano minacce (o consigli?), ma non si sa mai a chi, perché i criptici in realtà sono solo dei pusillanimi. Come direbbero gli americani: grow a pair e rivolgetevi (possibilmente di persona) ai diretti interessati dei vostri status!

- Quelli che hanno appena figliato e quelli che sono in dolce attesa. Non solo come foto del profilo usano quella della loro progenie, ma la loro bacheca è tutta un collage di foto di pancioni, manine, piedini, pannolini, bagnetti, etc, e ovviamente si parla solo di “cosa aspettarsi quando si aspetta”, pipì, pupù, biberon, nanna, passeggini, vestitini, scarpette, ciucci, e via discorrendo. Un giorno i loro figli li odieranno almeno quanto noi li odiamo adesso.

- Quelli che sono sempre in giro per il mondo e passano le loro giornate a fare foto. Non solo vi intasano la bacheca, ma vi fanno pure rosicare tantissimo. Perché loro sono là, a godersi il sole, la neve, il mare, la montagna, la città etc etc, mentre voi siete in ufficio, oppure lavorate da casa, in pigiama, completamente sfatti. E il viaggio più lungo che vi concedete è al supermercato, o dal tabaccaio. C'è chi può e chi non può...voi non potete!



L'appuntamento con il compleanno di Facebook e con The Social Network è per martedì 4 febbraio alle 21:10 su Sky Cinema 1 HD.