Oscar, 36 anni di effetti speciali

Inserire immagine

Mentre sale la febbre da statuetta, sul web si fa amarcord. Ecco arrivare un video che raccoglie le immagini vincitrici della categoria Visual Effects dal 1977 allo scorso anno.

L’edizione 2014 vede in gara pezzi da novanta come Gravity, Lo Hobbit: la desolazione di Smaug, Iron Man 3, Star Trek Into Darkness e The Lone Rangers. E una delle statuette più attese - se non altro per gli appassionati di fantascienza e fantasy - è proprio quella per gli effetti speciali, “visual effects” come li definisce l’Academy per il premio che viene consegnato dal 1977.
Nell’attesa della serata del 2 marzo, quando al Dolby Theatre di Los Angeles andrà in scena l’86esima cerimonia degli Oscar, online ci si può abbandonare all’amarcord e riguardarsi le pellicole vincitrici di questa categoria in cui, sin dagli esordi, lo spettacolo l’ha sempre fatta da padrone.
Per chi invece ha solo 4 minuti a disposizione può bastare il video mashup realizzato da Nelson Carvajal: passa in rassegna i momenti più esaltanti dei 36 film che hanno conquistato l’ambita statuetta per gli effetti speciali.
Si parte dai primi Star Wars, Superman e Alien, per passare ai film cult degli anni ’80 come Indiana Jones, E.T l’extraterrestre, Chi ha incastrato Roger Rabbit. Negli anni ’90 gli effetti diventano sempre più realistici: basti pensare a scene epiche come la Casa Bianca bombardata in Indipendence Day, l’affondamento del Titanic nell’omonima pellicola di James Cameron o ancora le acrobazie funamboliche del primo Matrix.
Gli anni 00 si aprono all’insegna dell’epica ( Il Gladiatore), ma è poi il fantasy a farla da padrone, con Il Signore degli Anelli che ha messo a segno una tripletta in tre anni consecutivi (2001, 2002, 2003). Dopo King Kong e il Curioso Caso di Benjamin Button, si arriva all’inevitabile Avatar, il raffinato Inception, l’osannato Hugo Cabret di Martin Scorsese e l’immaginifico Vita di Pi di Ang Lee.



Nelson Carvajal  non è nuovo a questo genere di video. L’anno scorso aveva realizzato l’altrettanto commovente mashup con tutte le pellicole vincitrici del premio più ambito in assoluto, quello per il Miglior Film. Qui si inizia molto prima, nel 1927 con Ali (Wings) di William A. Wellman fino ad arrivare a The Artist del 2011. Nel video manca solo Argo, che ha conquistato la statuetta lo scorso anno.