Padri e figli insieme su grande schermo

Jaden e Will Smith in After Earth

Lunedì 17 febbraio Will e Jaden Smith si ritroveranno fianco a fianco nella p rima visione tv di After Earth su Sky Cinema HD . Ma la storia è piena di collaborazioni tra papà attori e figlioli che hanno seguito le loro orme.

Se nel guardare After Earth, kolossal fantascientifico in prima visione tv lunedì 17 febbraio alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD, noterete una certa somiglianza tra i protagonisti, è perché i ruoli del generale Cypher e del giovane Kitai sono stati interpretati da due attori strettamente legati tra loro: stiamo parlando del famosissimo Will Smith e del suo rampollo Jaden, ormai lanciato da tempo come star del cinema e della musica (tanto da aver già lavorato assieme a papà nel film di Gabriele Muccino La ricerca della felicità). Non si tratta, tuttavia, della prima volta in cui padre e figlio condividono il set. Anzi. Ecco alcuni casi famosi.

Cominciamo da un film nelle sale proprio in questi giorni. Per il suo ultimo lavoro da regista e attore, Monuments Men, il divo Clooney aveva bisogno di qualcuno che interpretasse il suo personaggio da vecchio. E per andare sul sicuro, George non ha dovuto fare altro che guardare in casa propria, andando a pescare per la parte dell'anziano George Stout suo padre Nick Clooney. Scelta azzeccatissima!

Avere un padre attore o regista ti spiana la strada, ci sono pochi dubbi. E chissà se la carriera di Ben Stiller avrebbe mai preso il via se suo padre Jerry non lo avesse chiamato a recitare al suo fianco nella commedia Su e giù per i Caraibi, del 1987. D'altronde il simpatico Ben ha saputo ricambiare, molti anni più tardi, arruolando il genitore per una parte nel suo Zoolander, film che lo ha visto impegnato sia davanti che dietro la macchina da presa.

Altrettanto fortunato è Scott Eastwood, figlio del burbero Clint, che gli ha assegnato piccole parti in vari suoi film, tra cui il meraviglioso Gran Torino (nel quale è però accreditato come Scott Reeves). Ma intendiamoci, nella maggior parte dei casi non è che questi "figli di papà" stiano rubando qualcosa. Anzi, ci sono interpreti di razza che nel tempo hanno superato in fama e bravura i loro augusti genitori, come ad esempio Jeff Bridges, che dopo aver condiviso il set con il padre Lloyd in Tucker - Un uomo e il suo sogno e Blown Away - Follia esplosiva, è diventato uno degli attori più apprezzati degli ultimi anni.

C'è chi magari preferirebbe nascondere l'illustre parentela, ma anche con tutto l'impegno del mondo non ne sarebbe capace: pensate ad esempio a Colin Hanks, copia sputata del suo ben più famoso genitore Tom, nonché suo collega in Music Graffiti (diretto proprio da Tom) e The Great Buck Howard. Non andrebbe meglio a Kiefer Sutherland e all'irrequieto Charlie Sheen, la cui somiglianza con i genitori Donald e Martin, con i quali si sono trovati a lavorare a più riprese, è fin troppo evidente. Tra l'altro, quel volpacchione di Martin Sheen ha avuto al suo fianco anche un altro figlio: non fatevi ingannare dal nome, perché Emilio Estevez, con lui in ben quattro pellicole, è frutto dei suoi lombi. Non ci credete? Beh, vi basti sapere che il vero nome di Martin è Ramon Gerardo Antonio Estevez...

Peter ed Henry Fonda, Jeremy e Max Irons, Kirk e Michael Douglas... ben pochi divi di Hollywood sembrano vergognarsi di recitare con papà. Lo devono considerare un po' l'equivalente di andare a lavorare nella bottega di famiglia. Per cui non accusate Will di nepotismo se in After Earth ha voluto suo figlio Jaden Smith come coprotagonista, e godetevi l'avventura sci-fi diretta da M. Night Syamalan su Sky Cinema 1 HD!