World War Z, 10 curiosità sul film

World War Z

Brad Pitt affronta l’apocalisse zombie in prima tv lunedì 3 marzo alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD. Ecco alcuni interessanti aneddoti sulla pellicola diretta da Marc Forster.

Lunedì 3 marzo alle 21.10, l’apocalisse zombie andrà in prima visione tv su Sky Cinema 1 HD con World War Z, il disaster movie con Brad Pitt che racconta di un mondo invaso dai morti viventi. Nell’attesa di affrontare eserciti di mostri affamati di cervelli, possiamo distendere i nervi con alcune curiosità sul film.

Zombie, istruzioni per l’uso - World War Z è tratto dall’omonimo libro di Max Brooks, già autore di Manuale per sopravvivere agli zombie, una vera e propria guida per cavarsela in caso di zombie apocalypse. Tra l’altro, è il figlio del più noto regista, sceneggiatore e attore statunitense Mel Brooks.

Brad vs Leo - Per aggiudicarsi i diritti di adattamento di World War Z, Brad Pitt (con la sua casa di produzione Plan B) e la Paramount hanno dovuto battere in un’asta all’ultimo sangue i rivali Leonardo DiCaprio (con la sua Appian Way) e Warner Bros.

Zombie terroristi - Oltre 80 armi di scena - tra cui fucili, pistole e mitragliatori - sono state fermate dall’antiterrorismo alla dogana ungherese: secondo i funzionari, a livello teorico le armi potevano essere rimesse in funzione con una semplice modifica e non incontravano quindi i requisiti di ammissione. In ogni caso, questo piccolo “incidente diplomatico” non ha inciso sulle riprese del film.

Zombie miliardari - A oggi, World War Z è il film di Brad Pitt ad avere incassato di più al botteghino. Non per niente, c’è già un sequel in fase di sviluppo.

Zombie, schiavi e procuratori - Il 2013 ha visto Brad Pitt impegnato non solo in World War Z, ma anche in altre due grandi pellicole: The Counselor – Il procuratore di Ridley Scott e 12 anni schiavo di Steve McQueen.

Sciami di zombie - Per creare i movimenti dei larghi gruppi di zombie presenti nel film, i creatori di World War Z si sono ispirati alle teorie sull’intelligenza collettiva degli sciami di insetti e degli stormi di uccelli, secondo le quali il comportamento dei singoli componenti si inserisce all’interno di una specie di coscienza comune.

Breaking Z - Bryan Cranston, l’ormai leggendario Walter White di Breaking Bad, doveva far parte del cast di World War Z, ma si è dovuto tirare indietro a causa della sua agenda fitta di impegni. In compenso, nel film c’è Matthew Fox, noto per essere stato Jack nella serie di culto Lost.

Dalla tv al cinema - Per Mireille Enos, che interpreta Karin, la moglie del protagonista Gerry Lane, World War Z è stato il primo grande exploit cinematografico. Ma l’attrice si era già fatta conoscere in serie tv come Big Love e The Killing.

Il dottor chi? - Peter Capaldi interpreta il ruolo di un dottore della OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nota in inglese come WHO, ovvero World Health Organization. Insomma, nella versione originale del film il suo personaggio è accreditato come WHO Doctor. Il grande pubblico ancora non lo sapeva, ma la produzione di World World Z sì: di lì a poco Capaldi sarebbe stato chiamato a interpretare il celebre Doctor Who nell’omonima seria televisiva.

La fine è vicina - Per il lancio del film, è stato creato un sito intitolato Crisis Zero, in cui vengono segnalati avvenimenti inquietanti da tutto il mondo, che suggeriscono l’inizio di un’apocalisse zombie.