Una settimana a tutto western!

Inserire immagine
Franco Nero in un'immagine tratta da "Django" di Sergio Corbucci, in onda il 24 marzo su Sky Cinema Classics all'interno dell'appuntamento "Far West Week"

Dal 24 al 29 marzo in prima e seconda serata Sky Cinema Classics propone un affascinante viaggio attraverso i maggiori successi della cinematografia western. Dulcis in fundo, il 30 marzo, dalle 8.00 in poi, da non perdere la maratona targata MGM

Nel dubbio fate un western, aveva sentenziato John Ford, raccogliendo il consenso, decenni dopo, di Quentin Tarantino, che ha dichiarato: Mi sono divertito così tanto realizzando Django e amo così tanto i western che, dopo aver imparato a farli, è come se mi dicessi Ok! Lasciatemene fare un altro, ora so quello che sto facendo.

Come dargli torto?
Nel vecchio West, territorio di frontiera fino a quasi tutto l'Ottocento, si sono consumate violente guerre, regolamenti di conti, duelli all'ultimo sangue.
Sullo sfondo si stagliano città polverose, paesaggi color ocra che si perdono nell'orizzonte, ampie zone desertiche, territori aspri e selvaggi.
Impossibile non restare affascinati dalle ambientazioni e dalle atmosfere che contraddistinguono il genere western: dai fortini isolati ai ranch, passando per i saloon e le prigioni dello Utah, dell'Arizona o del Wyoming.

Sky Cinema Classics vi propone un viaggio alla scoperta dei grandi autori, interpreti e personaggi nonché delle convenzioni e innovazioni di un genere che ha ancora oggi uno spazio nell'immaginario di spettatori e registi.
Da lunedì 24 a sabato 29 marzo l'appuntamento è ogni sera a partire dalle 21.00 in prima e seconda serata.

Il 24 fate un'immersione nel regno dello spaghetti western di Sergio Corbucci con Django e Il grande silenzio. Il primo, datato 1966, annovera nel cast uno straordinario Franco Nero, diventato in breve tempo uno dei volti più noti a livello internazionale del genere. L'attore italiano veste i panni di Django, che, nella scena iniziale, fa il suo ingresso trascinando una bara: una scena scolpita nella mente dei cinefili di ieri e di oggi. Sparatorie e stragi sul confine tra gli U.S.A. e il Messico per questa pellicola, alla quale Quentin Tarantino si è ispirato nel film, da lui diretto, uscito nel 2012.

Il secondo, diretto sempre da Sergio Corbucci, è ambientato ancora una volta sulla frontiera tra gli Stati Uniti e il Messico e vede come protagonisti spietati cacciatori di taglie, al centro di duelli all'ultimo sangue. Nel cast Mirella Pamphili, Carlo D'Angelo e Mimmo Poli.

Il 25, il 26 e il 27 appuntamento in prima e seconda serata con i mattatori del Far West: Steve McQueen, Kirk Douglas e John Wayne. Tra i titoli, Nevada Smith, Il giorno della vendetta e McLintock.
Nevada Smith all'inizio si chiama Max Sand ed è un giovane mezzosangue, figlio di un bianco e di un'indiana. I suoi genitori vengono uccisi da una banda di assassini. Max giura di vendicarli. Impara a usare le armi e poi insegue i banditi, uccidendoli ad uno ad uno.

Il giorno della vendetta, con un intenso Kirk Douglas, racconta del figlio di un ricco possidente che violenta e uccide la moglie indiana dello sceriffo. Un'adrenalinica caccia al colpevole che non mancherà di riservare inattesi colpi di scena.

McLintock è incentrato, invece, su un allevatore texano rispettato e amato da tutti, tranne che dalla propria moglie, una rossa fumantina, che non gli ha perdonato un tradimento di molti anni prima. Uno scontro in ambito familiare sullo sfondo di un territorio segnato da guerre e aspre contese.

Venerdì 28 marzo arriva in prima serata uno dei più grandi successi western targati Metro-Goldwyn-Mayer: Impiccalo più in alto di Ted Post, con l'icona Clint Eastwood. Il plot ruota attorno a un giovane che acquista una mandria rubata e si mette contro una squadra di cowboy, che tenta di impiccarlo. Ma il destino gli sorride e, salvato da un rappresentante della legge, viene nominato sceriffo.

Il 29 marzo serata dedicata alla declinazione "crepuscolare" del genere con Il cavaliere della valle solitaria e Quien Sabe?.
Il primo, diretto da George Stevens, descrive le traversie di un misterioso cavaliere solitario che scende dai monti dello Wyoming e giunge in una vallata dove incontra la famiglia Starrett, composta dal capofamiglia Joe, dalla moglie Marian e dal figlio Joey. Contese e faide familiari sullo sfondo di un territorio periferico negli occhi e nella mente degli americani.

Il secondo, per la regia di Damiano Damiani, è ambientato nel 1971, anno in cui un giovane sicario americano riceve l'incarico dal governo di Città del Messico di eliminare un generale ribelle. Per compiere la sua missione l'uomo si aggrega a un rozzo ex rivoluzionario diventato un bandito. I due diventano amici e si salveranno reciprocamente la vita.

Se non siete ancora sazi di duelli, revolver e saloon, domenica 30 marzo Sky Cinema Classics vi offre un'imperdibile maratona targata MGM Gold dedicata ai grandi successi western, a partire dalle 8.00 del mattino fino alla seconda serata.

Su Sky Cinema Classics non mancare all'appuntamento con Far West Week!