Nel mondo alieno di “The Host”

Inserire immagine
Particolare della locandina di The Host

In prima visione venerdì 28 marzo alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD sbarca il romantico fanta-thriller di Andrew Niccol ispirato al romanzo omonimo di Stephenie Meyer, l'autrice di Twilight. Nel cast, Saoirse Ronan e Diane Kruger

Il film diretto dal regista neozelandese Andrew Niccol, con Saoirse Ronan e Diane Kruger è un thriller fantascientifico che nasce dal racconto di Stephenie Meyer (l'autrice della saga di Twilight). Il romanzo L'ospite -The Host della scrittrice statunitense, dopo aver scalato le  classifiche dei libri più venduti negli Stati Uniti, ha dato vita a un mondo inquietante in cui un nemico invisibile venuto dallo spazio, minaccia gli abitanti del pianeta Terra.

Questo dramma fantascientifico ci proietta in un futuro prossimo dominato da creature aliene che controllano il comportamento umano impiantandosi nel loro cervello e impossessandosi della loro anima. Un temerario gruppo di superstiti lotta per la sopravvivenza. Ma la partita è dura, perché l’obiettivo delle entità aliene, note come “anime”, è portare la razza umana alla sua completa estinzione.

Tra i ribelli che si oppongono a questa realtà, troviamo la bella Melanie Stryder  (interpretata da Saoirse Ronan), che invasa da un’aliena, darà prova della sua forza riuscendo a convivere con l’ingombrante presenza esterna. E non solo, come vedremo nel film, in prima visione venerdì 28 marzo alle ore 21.10 su Sky Cinema 1 HD, Melanie dimostrerà che l’amore vince su tutto e che non si deve mai smettere di lottare, anche quando la partita è apparentemente persa. Anche quando il nemico si trova all'interno del nostro stesso corpo…

In questo scenario apocalittico, a scaldare gli animi degli spettatori, una storia d’amore "impossibile” e una colonna sonora composta dal musicista brasiliano Antonio Pinto che per Niccol aveva già musicato la pellicola Lord of War con protagonista Nicolas Cage. Nel cast, tra gli altri Max Irons, Diane Kruger, Jake Abel e il premio Oscar William Hurt.