Watchmen

Inserire immagine
Silk Spectre

Scorretti e violenti, i personaggi del fumetto di Alan Moore sono lontanissimi dal prototipo del supereroe, tanto da ritrovarsi messi al bando dal governo in seguito alle proteste popolari. Nel 2009 sono diventati i protagonisti di un film di Zack Snyder.

Nome da supereroi: Watchmen

Segni particolari: Sono i vigilanti più scorretti che ci siano.

Nemici: Il governo, dopo la loro messa al bando.


"Who watches the Watchmen?" è uno dei quesiti fondamentali del celebre fumetto di Alan Moore, autore anche di V per Vendetta e La Lega degli Straordinari Gentlemen. Che si potrebbe traslare in "Chi controlla i controllori?". Già, perché quando i vigilanti mascherati cominciano a sfuggire al controllo, allora il governo americano preferisce metterli al bando.

Scorretti, violenti e talvolta amorali, i supereroi di Watchmen sono lontani anni luce dal prototipo del paladino della giustizia senza macchia. Eppure è proprio questa caratteristica che rende i protagonisti della serie a fumetti uscita tra il 1986 e il 1987 così amati dal pubblico.

Nel 2009 dr. Manhattan, Rorschach, Nite Owl, Silk Spectre e soci approdano su grande schermo in un film diretto da Zack Snyder, uno che di pellicole tratte da graphic novel se ne intende, visto che aveva già trasposto al cinema 300 di Frank Miller.