Wolverine e l'insostenibile costo dell'adamantio

Inserire immagine
I costi di Wolverine nell'infografica di Mashable.com

Un'infografica compara le spese sostenute dal supereroe della Marvel negli anni '70 e oggi: in ogni caso altissime, perché il grosso è costituito dal suo resistentissimo (e preziosissimo) scheletro in adamantio.

Se fosse per lui, Wolverine avrebbe ben poche spese: un po' di lattine di birra, qualche buon sigaro e poco più. Per il resto, potrebbe continuare a combattere il crimine in tutta serenità. Ma, come sottolinea un'infografica realizzata da Bob Al-Greene e pubblicata su Mashable.com, la realtà è ben più complessa.

Tra le caratteristiche che rendono Wolverine quasi invincibile, infatti, non ci sono soltanto la capacità di rigenerarsi e i micidiali artigli retrattili: a rendere James Howlett, alias Logan, quello che è, contribuisce anche il suo scheletro ricoperto di resistentissimo adamantio. Che però ha un costo. E che costo!

Già negli anni '70 farsi fare lo scheletro in adamantio gli sarebbe costato la bellezza di 5 milioni e mezzo di dollari. Oggi si parla di 23 milioni e mezzo di dollari. Insomma, una cifra che da solo Wolverine non sarebbe in grado di raggiungere in tutta una vita di duro lavoro. Per fortuna che ci ha pensato qualcun altro...