Francesca Michielin, serenata per Spider-Man ma ama Iron Man

Inserire immagine
Francesca Michielin e Spider-man in dissolvenza nel video

Intervista alla vincitrice di X Factor che interpreta Amazing nella soundtrack di The Amazing Spider-Man 2: Il Potere di Electro . Dal 18 aprile al 5 maggio il canale 304 diventa Sky Cinema Heroes

di Fabrizio Basso

Un mondo strano quello dei supereroi. Perché ognuno ha i suoi: da Tarzan a Zorro, da Batman a James Bond, da Tex ad Alan Ford. Ciascuno a suo modo, magari pure un po' sfigato, ma pur sempre un eroe del nostro cuore. Dal 18 aprile al 5 maggio tante di queste figure mitiche e mitologiche saranno protagoniste su Sky Cinema Heroes, canale 304 di Sky. Ed ecco che Francesca Michielin, vincitrice di X Factor 2011, ci racconta come vive quel mondo, lei che canta "Amazing" nella soundtrack di "The Amazing Spider-Man 2: Il Potere di Electro", ultimo capitolo della saga dell'Uomo Ragno.

Francesca partiamo dalla fine?
Volentieri. Mi sembra ancora un sogno di essere parte di un progetto internazionale così importante.
Ci sono Pharrell Williams e Alicia Keys, giusto per citare due nomi da...nulla.
E' pazzesco essere in un disco con certi nomi, sarò sempre grata alla Sony che mi ha sostenuta.
Come è andata?
Mi hanno chiesto di scrivere una canzone legata al film. Mi è giunta una domenica sera e ha suscitato subito il completo delirio in casa Michielin. Ero al settimo cielo!
E lei?
Mi sono messa in gioco. Quando mi è arrivata la proposta una idea la avevo ma a livello embrionale. È un grande onore per me aver preso parte a questo progetto, si tratta di una produzione internazionale importantissima, un kolossal, ed è la prima volta che viene data la possibilità a una artista italiana di comporre un brano per Spider-Man.
Ci ha lavorato da subito?
Immediatamente. La musica di "Amazing" è il frutto di un istinto emotivo, è ciò che il film, la sua atmosfera d'azione e il tema di una coppia che deve convivere con diverse nature mi ispiravano. Magari mi ha punto un ragno...
Il testo?
Spider-man è un supereroe forte e amato da tutti ma allo stesso tempo è una persona fragile che mostra i suoi limiti, ed è proprio in questa sua umanità che risiede la sua grandezza e, quindi, il suo fascino.
Che pensa di Spider-Man e del suo doppio Peter Parker?
Il protagonista si muove in equilibrio sulla sottile linea che separa l'essere e il dover essere. Da una parte su di lui poggia il peso del mondo, è una sorta di Atlante che regge il globo su una spalla; dall'altro c'è il desiderio di potersi dedicare completamente alla donna che ama.
La ha scritta in inglese?
Sì anche se non essendo la mia lingua madre ho poi chiesto che venisse controllata ed, eventualmente, aggiustata.
Il 18 aprile parte Sky Cinema Heroes: ha un supereroe preferito?
E' Iron Man. Anche se le mie letture sono più orinetate verso il mondo manga. Sono fan di Naruto, il mio eroe ninja.
Come ha incontrato Iron Man?
Al cinema. Mio fratello era invaghito di una ragazza e mi ha chiesto di accompagnarlo al cinema perché forse c'era lei. Io non ero attirata dal film ma non potevo negare un appoggio a mio fratello. Sui titoli di coda io ero più entusiasta di lui. E le dico che sono più da mondo di Amèlie che da Iron Man.
Altri colpi di fulmine?
L'ultimo Batman mi è piaciuto. Mi sto appassionando ai supereroi.
Ma il prediletto resta Iron Man.
Sì. Vorrei collaborare con lui, visitare il suo laboratorio e scoprire i segreti della sua armatura.