Saviano: Gomorra mi ha cambiato la vita

Lo scrittore napoletano racconta a Sky Cine News cosa ha significato scrivere il romanzo che nel 2006 lo ha reso famoso ma gli ha stravolto per sempre l' esistenza

Gomorra è una storia che ha cambiato la vita di Roberto Saviano; Gomorra è un libro che ha infastidito molte persone perché ha avuto un successo enorme; Gomorra era talmente ricco di spunti che un film non sarebbe bastato.

Per questo motivo è nata “Gomorra - La serie” in onda su Sky Atlantic e Sky Cinema 1 (ogni martedì due episodi a partire dal 6 maggio) di cui lo stesso Saviano ci parla in questa intervista concessa a Sky Cine News.

Racconta Saviano che una volta Enzo Biagi gli disse che gliela avrebbero fatta pagare. Aveva soltanto 26 anni e la sua vita fu letteralmente devastata dalle pagine di Gomorra. Eppure lo scrittore napoletano non si è mai pentito di quello che ha realizzato. Certo è stato durissimo  perdere la propria libertà per salvarsi la vita. Tuttavia Il fatto di vivere sotto scorta e soggiornare quasi sempre in caserme per evitare di essere ucciso lo ha portato ad una vicinanza con le forze dell'ordine, con gli investigatori, con i collaboratori di giustizia permettendogli di vivere totalmente e completamente le storie che andava raccontando.

Storie che lui aveva vissuto fin da bambino crescendo in un territorio praticamente in guerra. Per questo Saviano ci dice che girare a Scampia nei luoghi veri di Gomorra è stato fondamentale. Perché Scampia non è semplicemente un set ma un vero attore. Qui sta il DNA di una serie, unica nel suo genere, che ha voluto con rigore raccontare una realtà viva, feroce e terribilmente vera.