Cannes 2014: tutti i vincitori

Alice Rohrwacher viene premiata da Sophia Loren per il film Le meraviglie

Palma d'Oro a Winter Sleep di Nury Bilge Ceylan, Gran Prix a Le Meraviglie di Alice Rohrwacher, Miglior attore Timothy Spall, miglior attrice Julianne Moore

La giuria guidata da Jane Campion ha assegnato i premi più importanti della 67ª edizione del Festival di Cannes. Palma d'Oro a Winter Sleep di Nury Bilge Ceylan, Gran Prix a Le Meraviglie di Alice Rohrwacher, Miglior attore Timothy Spall, miglior attrice Julianne Moore

Il cinema italiano porta a casa un premio prestigioso con Alice Rohrwacher per Le meraviglie che vince il Grand Prix della giuria. La giovane regista italiana, dopo aver ricevuto il premio dalle mani di Sophia Loren ringrazia in italiano, emozionata: "Grazie al Festival di Cannes che mi ha fatto essere qui. Grazie a questa giuria per avermi fatto tornare e soprattutto grazie per il vostro lavoro che mi ha fatto innamorare e mi ha portato qui".

Migliore regia allo statunitense Bennett Miller per Foxcatcher.

A Monica Bellucci l'onore di assegnare il premio per la migliore interpretazione maschile a Timothy Spall per Mr. Turner di Mike Leigh. Migliore interpretazione femminile: Julianne Moore per Maps to the Stars di David Cronenberg (l'attrice non era presente in sala).

Migliore sceneggiatura ad Andrey Zvyagintsev e Oleg Negin per Leviathan. Un ex aequo per il Premio della giuria: Mommy del talentuoso giovane ed emozionatissimo canadese Xavier Dolan (che molti volevano con la Palma d'oro) e Adieu au langage di Jean-Luc Godard.

Ecco tutti i premi:

Palma d’Oro al miglior film: Winter Sleep di Nuri Bilge Ceylan

Grand Prix Speciale della Giuria: Le meraviglie di Alice Rohrwacher

Miglior Attrice: Julianne Moore per Maps to The Stars

Miiglior attore: Timothy Spall per Mr. Turner

Miglior regista: Bennett Miller per Foxcatcher

Miglior sceneggiatore: Andrey Zvyagintsev e Oleg Negin per Leviathan

Premio della giuria: Xavier Dolan per Mommy e Jean-Luc Godard per Adieu au Langage

Camera d’Or (miglior opera prima di tutte le sezioni): Party Girg  di  Marie Amachoukeli, Claire Burger, Samuel Theis

Palma d’oro al miglior cortometraggio: Leidi di Simón Mesa Soto