Diabolik-La serie e The Young Pope: Sky sempre protagonista

Inserire immagine

Dopo il successo di Gomorra-La Serie Sky rilancia con due grandi progetti il ruolo dell’industria audiovisiva italiana nel mondo

Dopo lo straordinario successo di Gomorra-La Serie Sky Italia conferma due nuovi progetti:  si tratta di The Young Pope,  otto puntate da 50 minuti che segneranno l’esordio del Premio Oscar Paolo Sorrentino in un progetto tv, e di Diabolik-La Serie, una coproduzione internazionale ispirata al popolare fumetto, entrato nell’immaginario collettivo di milioni di persone in tutto il mondo, e nato dalla penna delle sorelle Angela e Luciana Giussani.

Diabolik-La Serie si avvarrà del talento del 3 volte Premio Oscar Dante Ferretti, che ha accettato di realizzare le scenografie di Clerville, la città immaginaria in cui sono ambientate le gesta di Diabolik. La serie verrà prodotta interamente a Cinecittà. Per circa un anno, i principali teatri di posa del centro di produzione più prestigioso del cinema italiano, e i suoi set esterni, saranno il teatro delle riprese di Diabolik-La Serie. Si tratterà della più grande produzione tv girata negli ultimi 30 anni negli studi che hanno dato i natali al nostro cinema, oltre che di una commessa di valenza strategica per il grande centro di produzione, impegnato a contrastare un preoccupante calo di utilizzo degli studi, attraendo grandi produzioni internazionali cinematografiche e televisive.

The Young Pope, segna il debutto di Paolo Sorrentino nella scrittura e nella regia di una sere-tv. 8 puntate di un’ora, tutte dirette dallo stesso regista, una struttura simile al caso televisivo mondiale “True Detective”. Assieme a Sorrentino la serie sarà scritta da Stefano Rulli e Umberto Contarello. Prodotta da Wildside, che per Sky Italia ha appena finito di realizzare “1992”, il budget previsto per questa serie è di circa 22 milioni di Euro, che saranno coperti oltre che da Sky Italia da un team tra i principali broadcaster internazionali con una quota proveniente dall’estero di circa il 65%. Anche in questo caso la produzione sarà quasi integralmente in Italia, garantendo oltre 4000 posti di lavoro. Il tema trattato, il ruolo di Sorrentino e un cast internazionale garantiranno anche a questa serie una visibilità nel mondo che sarà una straordinaria opportunità per l’industria culturale italiana di tornare protagonista in un settore, quello delle produzioni televisive, in straordinaria espansione.

Diabolik-La Serie e  The Young Pope – ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Sky Italia Andrea Zappia – sarà la più grande produzione tv italiana di sempre ad essere pensata e costruita per partire dal nostro Paese e rivolgersi al mondo. E Sky catalizzerà dall’estero verso l'Italia investimenti di importanti aziende europee e mondiali 
L’’Italia – ha detto ancora Zappia – sta dando segni importanti di voler di nuovo scommettere su un futuro di speranza e di crescita. E  siamo pronti a dare il nostro contributo. Siamo consapevoli  di offrire con Diabolik–La Serie un’occasione al Paese per rilanciare le sue produzioni nel mondo, ripartendo proprio dagli Studi di Cinecittà, per riconquistare il peso che ha avuto per decenni nel circuito delle grandi produzioni mondiali. Negli anni ’50 e ’60 ciò accadeva con le grandi realizzazioni  per il cinema. Ora questo ruolo può essere svolto dalle grandi serie tv”.

In questo quadro  – ha concluso l’AD di Sky Italia - diamo il più caloroso benvenuto a Dante Ferretti e Paolo Sorrentino – profondamente orgogliosi che abbiano accettato la nostra proposta, loro che incarnano in maniera perfetta il genio creativo e l’eccellenza italiana che si impongono nel mondo”.