Apes Revolution, Hollywood è di nuovo in scimmia

Inserire immagine
Apes Revolution

Con il film in uscita nelle sale italiane il 30 luglio, continua la saga cinematografica de Il pianeta delle scimmie. Che ha origine in un libro degli anni '60 ed è approdata su grande schermo ben otto volte.

Ci risiamo. Le scimmie hanno ripreso il controllo di Hollywood. Un'altra volta. No, non ce l'abbiamo con i direttori dei maggiori studios, ma con le scimmie quelle vere: il 30 luglio, infatti, i (mica tanto) simpatici primati torneranno su grande schermo con Apes Revolution, film di fantascienza che fa da seguito a L'alba del pianeta delle scimmie, del 2011, e vede ritornare Andy Serkis (Gollum de Il signore degli anelli, per intenderci) nei panni della scimmia Cesare, intenzionata a stabilire la supremazia della sua specie su quella umana.

È già l'ottava volta che la saga de Il pianeta delle scimmie approda su grande schermo. Ma tutto quanto ha origine non tanto in un film, quanto in un libro, un romanzo di fantascienza pubblicato nel 1963 dallo scrittore francese Pierre Boule con il titolo La planète des singes, uscito in Italia con il discutibile titolo Viaggio a Soror e poi diventato nel 1975 Il pianeta delle scimmie.

Questo classico della letteratura distopica arriva al cinema solo nel 1968, grazie alla pellicola diretta da Franklin J. Schaffner e interpretata da un indimenticabile Charlton Heston. Questi, nei panni dell'esploratore spaziale George Taylor, approda su un misterioso pianeta dominato da scimmie intelligenti, solo per scoprire alle fine che... beh, lo saprete già!

Il film diventa subito un cult e nel giro di pochi anni dà vita a una serie di sequel (non sempre all'altezza, a dirla tutta): L'altra faccia del pianeta delle scimmie, Fuga dal pianeta delle scimmie, 1999 - Conquista della Terra e Anno 2670 - Ultimo atto, in cui si racconta progressivamente il passaggio delle scimmie da razza gregaria a dominante, che fanno da sequel o da prequel al primo, illustre capitolo.

L'ultimo di questi sequel è del 1973, dopodiché per alcuni decenni le scimmie si rimettono tranquille. È nel 2001, grazie al bizzarro Tim Burton, che tornano a far sentire la propria voce con Planet of the Apes, tentativo di remake de Il pianeta delle scimmie con Mark Wahlberg, Tim Roth ed Helena Bonham Carter. Il film se la cava benino al box office, ma non convince particolarmente, tanto da rimanere un tentativo isolato.

Per le scimmie questo poteva essere un colpo mortale, eppure nel 2011 c'è la rinascita: L'alba del pianeta delle scimmie riparte più o meno da 1999 - Conquista della Terra, pur tralasciando i viaggi nel tempo a favore di spericolati esperimenti scientifici, e vede James Franco e Freida Pinto affiancati dal veterano della motion capture Andy Serkis.

Questa volta il regista Rupert Wyatt ha fatto centro, e così viene realizzato un seguito, affidato però a Matt Reeves, già dietro la macchina da presa per Cloverfield e Blood Story: ecco Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie, il film in uscita il 30 luglio che racconta la guerra all'ultimo sangue tra scimmie ed esseri umani. Comunque vada a finire, la certezza è una sola: non sarà certo l'ultima volta che avremo a che fare con i nostri pelosi cugini...