Orlando Bloom nelle sale con un musical: il cinema è Live!

Inserire immagine
Orlando Bloom e Condola Rashad in Romeo e Giulietta

Il 28, 29 e 30 luglio il divo britannico sarà nei cinema italiani con una versione di Romeo e Giulietta ripresa a Broadway. Si tratta dell'ennesimo caso in cui spettacoli dal vivo (vedi la recente reunion dei Monty Python) finiscono su grande schermo.

Il 28, 29 e 30 luglio, in alcune sale selezionate, sarà possibile rivivere le atmosfere shakespeariane di Romeo e Giulietta con il musical di Broadway interpretato dal divo britannico Orlando Bloom e Condola Rashad (per la cronaca, figlia di Phylicia Rashad, moglie di Bill Crosby nella popolare serie tv I Robinson).

Ma come, vi chiederete, un musical proiettato altrove e ripreso al cinema? Ha senso? È una domanda lecita, perché tutto sommato l'emozione del teatro è intimamente legata alla rappresentazione dal vivo, mentre la proiezione su schermo cinematografico è tutto fuorché live. Eppure, esperimenti di questo tipo sono sempre più frequenti.

La casa di distribuzione Microcinema, che porta Romeo & Giulietta nelle sale, è convinta della riuscita di questa formula, tanto da bissare il concetto già dopo pochi giorni, il 5 agosto, con una proiezione speciale della prima del 2009 della Carmen, registrata pressso il Teatro La Scala di Milano.

Ma non si tratta di casi isolati, come dimostrano le proiezioni sempre più frequenti di concerti musicali - spettacoli che per loro stessa natura sono l'espressione più pura del concetto di Live - nei cinema. Ci sono passati mostri del rock come i Rolling Stones e seguiranno a breve l'esempio i superdivi del pop britannico, gli One Direction. E di recente è finito nelle sale anche lo show-reunion dei quattro Monty Pyhton superstiti, ironicamente intitolato Monty Python Live (più o meno).

Si ritorna al quesito iniziale: ha senso? In parte no, perché l'emozione di vedere un attore o un musicista dal vivo è irriproducibile. Nello spettacolo Live, è lì, davanti a noi, è presente nello stesso luogo fisico. Al cinema, ovviamente no. Ma, allo stesso tempo, queste proiezioni danno la possibilità di esserci - o meglio, non proprio di esserci, ma quanto meno di assistere allo show - a chi la possibilità non l'ha avuta. E di solito seguire un concerto o un musical su un megaschermo al cinema, magari con un impianto audio di tutto rispetto, è più emozionante che farlo a casa.

Vedere questi spettacoli al cinema non è però tanto una questione di tecnologia - dopotutto i nuovi tv e impianti stereo stanno rendendo la fruizione casalinga qualcosa di incredibile - quanto di appartenenza. Se vai al cinema a vedere i Rolling Stones, lo fai assieme a centinaia di persone che condividono la tua passione. E anche se non gli rivolgi la parola, proprio come a un concerto vivi quell'esperienza assieme a loro. Per cui sì, in parte ha senso. E a giudicare dal successo di molte queste operazioni, il pubblico gradisce. Quindi, preparatevi alle emozioni "dal vivo" di Il musical da Broadway: Romeo e Giulietta, dal 28 luglio nei cinema!