Festival di Venezia: ecco i film italiani in concorso

Inserire immagine
Elio Germano è Leopardi nel film Di Mario Martone "Il giovane favoloso" che sarà presentato alla 71esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia

Tre le pellicole made in Italy che cercheranno di contendersi il Leone d'oro: "Il giovane favoloso” di Mario Martone, “Anime nere” di Francesco Munzi e  “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo

L'Italia presenta in concorso alla 71esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia tre pezzi da "novanta": "Il giovane favoloso” di Mario Martone, “Anime nere” di Francesco Munzi e “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo. Tre cineasti diversi, per stile e sensibilità.

Martone, classe 1959, rievoca genio e tribolazioni di un Giacomo Leopardi incarnato con trepida partecipazione psico-fisica da Elio Germano; Munzi, classe 1959, si ispira al romanzo omonimo di Gioacchino Criaco per raccontare una storia di tre fratelli legati alla ‘ndrangheta, potente e criminale, quasi da tragedia greca, ambientata nell’Aspromonte e nella Locride; Costanzo, classe 1975, è volato a New York per reinventare a basso costo il romanzo Il bambino indaco del padovano Mario Franzoso, protagonisti Alba Rohrwacher e Adam Driver alle prese con un figlio da lei considerato speciale, da nutrire (anzi denutrite) inseguendo un sogno di purezza assoluta.

Fuori concorso sarà presentato anche “Pasolini” di Abel Ferrara, considerato oramai un regista “adottato” dal nostro Paese. Il film vedrà Willem Dafoe nei panni del poeta ucciso a Ostia e Riccardo Scamarcio che fa Pino Pelosi. Nel cast anche Ninetto Davoli e Valerio Mastrandrea.

Sempre per l’Italia saranno presenti al Festival di Venezia di quest’anno anche "La trattativa" di Sabina Guzzanti, "La zuppa del demonio" di Davide Ferrario e "Perez" di Edoardo De Angelis.

La 71esima edizione della mostra del cinema, si aprirà ufficialmente il 27 agosto con la proiezione in concorso del film di Alejandro Inarritu, "Birdman or The Unexpected virtue of ignorance" e si chiuderà il 6 settembre con "Huangjin Shidai (The golden era)" di Ann Hui, presentato fuori concorso.