Viaggio nel Regno di Ghiaccio

Inserire immagine
"Frozen - Il regno di ghiaccio" e una delle sue protagoniste, Anna. Il film sarà in prima visione su Sky Cinema 1 lunedì primo settembre

Aspettando “Frozen – Il regno di ghiaccio ”, in prima visione su Sky Cinema 1 lunedì primo settembre, ecco i must visit della Norvegia, l’incantevole Paese che ha ispirato il capolavoro firmato Disney. Per una vacanza di fine estate da brivido!

di Camilla Sernagiotto

Nonostante l’estate non sia stata delle più torride, la voglia di fresco non finisce mai.
Sarà anche per questo che l’attesa della prima visione di “ Frozen – Il regno di ghiaccio”, in onda su Sky Cinema 1 lunedì primo settembre, è enorme!
Aspettando le avventure sotto zero di Elsa e Anna, protagoniste del film d’animazione Disney più cool e ghiacciato che ci sia, non sarebbe male concedersi una vacanza di fine estate da brivido andando a scoprire in loco i meravigliosi paesaggi che hanno ispirato le location di “ Frozen – Il regno di ghiaccio”.
Per disegnare Arendelle, il regno di cui Elsa e Anna sono le principesse, i creatori si sono basati sullo scenario mozzafiato della Norvegia, motivo in più per riempire i bikini e i bermuda di naftalina e stiparli in cantina, riempire i bagagli di maglioni e moffole di lana e partire alla volta del grande freddo norvegese.
Ecco le tappe da seguire per una full immersion nella natura, nel divertimento e nell’Avventura con la A maiuscola!

1 - Non dire Norvegia se non hai Oslo nel sacco!
Per incominciare alla grande, volate dritti dritti in direzione Oslo.
La capitale della Norvegia, infatti, ha in serbo per voi ogni tipo di attrazione e divertimento. Tra le più apprezzate ci sono il Teatro dell’Opera (ospitato in un edificio di vetro e marmo che è di per sé un’opera museale di tutto rispetto), il parco costellato dalle sculture di Gustav Vigeland, il celebre trampolino di salto con gli sci di Holmenkollen, la fortezza di Akershus datata XIII secolo, la galleria nazionale (con un masterpiece del calibro de “L’Urlo” di Munch), il museo delle navi vichinghe sulla penisola di Bygdøy, il museo di storia naturale circondato da un meraviglioso giardino botanico e il museo Fram che ospita la più famosa nave polare al mondo (la Fram, appunto). E dopo le visite culturali, con il calare delle tenebre (anche se qui il sole non tramonta mai) vi attende una Nightlife tanto fresca quanto scatenata! Preparatevi a ballare. Sia per scaldarvi sia per divertirvi.

2 La crociera lungo la costa norvegese. Altro che Titanic! (Si spera…)
A bordo della nave Hurtigruten vi aspetta una crociera stilosa, avventurosa e divertentissima, quella che vi farà assaporare le meraviglie costiere di questo Paese che straborda natura mozzafiato da ogni cantone.
Potete concedervi una crociera di più giorni e notti, rilassandovi a bordo e mangiando le delizie cucinate dagli Chef-marinai, oppure fare mini-crociere di poche ore che vi daranno soltanto un assaggio della navigazione e del paesaggio estasiante. Ma il boccone sarà davvero succulento. E il viaggio molto meno lento.

3 Una capatina a Bergen è d’uopo
Non potete non lasciarvi tentare dalla bellezza di Bergen, una delle città norvegesi più amate dai turisti ma anche dagli autoctoni. Da vedere assolutamente sono il mercato del pesce, il vivace quartiere di Bryggen e i fiordi circostanti (l'Hardangerfjord e il Sognefjord soprattutto).

4 Sulle orme di Munch
Oltre a visitare il Museo Munch e la Galleria Nazionale (in cui si trova il celeberrimo “L’Urlo”), si possono scoprire i luoghi che hanno ispirato l'artista norvegese Edvard Munch con un viaggio tematico creato ad hoc. Dalla collina di Ekeberg (appena a sud di Oslo) che ispirò il fondale de “L’Urlo” all’Åsgårdstrand, una piccola cittadina costiera sulla rive occidentale dell'Oslofjord in cui Munch trascorreva l’estate, gli appassionati potranno ripercorrere le tappe della carriera e della vita del geniale pittore.

5 Pesca grande!
Chi alla pittura preferisse l’antica arte della lenza, dell’amo e del mulinello, opti per una vacanza a base di pesce fresco. Niente mercato di Bergen né pescherie di Oslo: il pesce fresco che potrete avere come compagno di viaggio è quello che catturerete voi stessi. Merluzzi e sgombri nel mare costiero oppure salmoni nei fiumi dell’entroterra: a voi la scelta!

6 A tutto trekking!
Per visitare i fiordi e godersi il panorama che la Norvegia offre non bisogna per forza salire a bordo di un peschereccio o di una nave da crociera. I trekkinghaolic, per esempio, qui troveranno pane per i loro denti: basta calzare i propri scarponcini, fare una colazione sostanziosa a base di stretching e uova strapazzate e incamminarsi scalando le montagne. Potrete arrivare perfino a visitare i ghiacciai. La cosa buona è che qui di zanzare non c’è nemmeno l’ombra.