Venezia 2014, quello che vedremo

Inserire immagine

Scopriamo insieme tutte le novità del 71° Festival del Cinema senza dimenticare il consueto appuntamento con Sky Cine News, che ci racconterà tutto quello che succederà, e la rassegna dei film vincitori delle passate edizioni su Sky Cinema Cult

Come oramai si ripete ogni anno, il Festival del Cinema di Venezia catalizza su di sé, nelle due settimane in cui si svolge, tutta l’attenzione dei media e della stampa in generale. Anche questa 71° edizione non sembra essere da meno, visto le tante celebrities attese al Lido, i molti film presentati, i tanti registi e attori che ritroveremo presenti in Laguna.

Sarà l'attrice Luisa Ranieri la madrina delle serate di apertura (il 27 agosto) e di chiusura (il 6 settembre) in occasione della quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali. Per la cronaca i Leoni d’oro alla carriera, quest'anno, sono stati attribuiti a due cineasti statunitensi, alla montatrice Thelma Schoonmaker e al regista e documentarista Frederick Wiseman.

La Giuria internazionale di Venezia 71 è composta da: Alexandre Desplat (presidente), celebre musicista francese, noto per le colonne sonore dei film di Stephen Frears, Roman Polanski e Terrence Malick solo per citarne alcuni; Joan Chen, attrice e regista cinese; il regista tedesco Philip Gröning; Jessica Hausner, regista austriaca; Jhumpa Lahiri, scrittrice statunitense; Sandy Powell, costumista inglese, vincitrice di tre Premi Oscar (Shakespeare in Love, The Aviator e The Young Victoria); l'attore Tim Roth; Elia Suleiman, regista palestinese, ed infine Carlo Verdone.

Tanti gli attori attesi in laguna. Da Isabella Ferrari (protagonista di "La vita oscena") a Elio Germano (sarà Leopardi in "Il giovane favoloso") a Al Pacino (che porta due film: "Manglehorn" e "The humling", Willem Defoe ("Pasolini") e Emma Stone "Birdman").

Sarà "Birdman" (o Le imprevedibili virtù dell’ignoranza), diretto da Alejandro G. Iñárritu (Amores perros, 21 grammi, Babel, Biutiful), con Michael Keaton, ad aprire il Festival, mentre il film di chiusura, fuori concorso, sarà "Huangjin Shidai" (The Golden Era) di Ann Hui con Tang Wei, Feng Shaofeng, Zhu Yawen, Wang Zhiwen.

I tre film italiani che gareggeranno sono ”Il giovane favoloso” di Mario Martone con Elio Germano e Michele Riondino; “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo con Alba Rohrwacher; e “Pasolini” di Abel Ferrara con un cast d'eccezione che vede la partecipazione di Riccardo Scamarcio, Ninetto D'avoli, Valerio Mastrandrea e Willem Defoe.
Da segnalare, fuori concorso, il film di Sabina Guzzanti “La trattativa”. La regista di “Viva Zapatero!”, “Le ragioni dell’aragosta” e “Draquila – L’Italia che trema”, questa volta è andata a toccare da vicino una delle questioni più scottanti della nostra storia contemporanea, raccontando l’annosa tematica dell’accordo Stato-Mafia.

Sempre fuori concorso grande attesa per il film di Peter Bogdanovich "She's Funny That Way" con Owen Wilson, Imogen Poots, Jennifer Aniston, Rhys Ifans, Kathryn Hahn; James Franco presenta invece "The Sound and The Fury" con Scott Haze, Tim Blake Nelson, Joey King, Ahna O'Reilly, Seth Rogen e Jon Hamm e il film di Joe Dante "Burying The Ex" con Anton Yelchin, Ashley Greene, Alexandra Daddario, Oliver Cooper.

Nella sezione "Orizzonti" potremmo vedere la pellicola di Michele Alhaique, "Senza nessuna pietà" con Pierfrancesco Favino, Greta Scarano, Claudio Gioè, Adriano Giannini e Ninetto Davoli e il film di Michael Almereyda, "Cymbeline" con Milla Jovovich, Ed Harris, Dakota Johnson, Penn Badgley, Anton Yelchin, Ethan Hawke, John Leguizamo, Bill Pullman.

Anche Sky Cinema seguirà la 71° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Lo farà con il consueto appuntamento con Sky Cine News presente al Lido con gli aggiornamenti quotidiani dei suoi inviati (ore 21.00 Sky Cinema 1 e Sky Cinema Cult).
Sempre su Sky Cinema Cult e fino al 6 settembre, in prima e seconda serata andranno in onda i titoli premiati nelle passate edizioni, tra cui: il vincitore del Leone d’Oro 2013 " Sacro GRA" diretto da Gianfranco Rosi e il pluripremiato " The Master" (Vincitore del Leone d'argento 2012 e della Coppa Volpi per migliore interpretazione maschile a Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman), " Qualcosa nell'Aria" di Olivier Assayas e i capolavori di Kim Ki-Duk Pietà (vincitore del Leone D’oro 2012) e " Ferro 3 - La casa Vuota" , il Leone d’Oro "Arrivederci Ragazzi", il lungometraggio Premio del pubblico " L'Uomo delle Stelle" di Giuseppe Tornatore e la torbida storia d’amore tra Penelope Cruz e Javier Bardem in " Prosciutto Prosciutto", di Bigas Luna, Leone d’Argento nel 1992; la sofisticata opera di Takeshi Kitano " Zatoichi", i celebrati " La Sposa Promessa – Fill The Void" e il recentemente premiato dal Premio Oscar Toni Servillo in " E' Stato il Figlio". Maratona finale il 7 settembre