"Lo Hobbit - La desolazione di Smaug": le 10 curiosità

Inserire immagine
Legolas e Tauriel, nel cast di "Lo Hobbit - La desolazione di Smaug", in onda in prima tv lunedì 25 agosto alle 21.10 su Sky Cinema 1 (simulcast Sky 3D), multistart ore 21.40 su Sky Cinema Hits. © 2013 Metro-Goldwyn-Mayer Pictures Inc. And Warner Bros. Entertainment Inc. All Rights Reserved.

Il secondo capitolo dell'epica avventura tratta dal romanzo di J.R.R. Tolkien e resa cinema da Peter Jackson andrà in onda il 25 agosto alle 21.10 su Sky Cinema 1 e Sky 3D, multistart ore 21.40 su Sky Cinema Hits. Nell'attesa, leggi un elenco di aneddoti

Lo Hobbit - La desolazione di Smaug è il secondo, sontuoso capitolo delle avventure del personaggio di Bilbo Baggins, in viaggio con il Mago Gandalf e con i Tredici Nani, guidati da Thorin Scudodiquercia, in un'epica battaglia per la riconquista della Montagna Solitaria e il perduto Regno dei Nani di Erebor.

Dopo essere sopravvissuti all'inizio del loro viaggio inaspettato, la Compagnia procede verso Est, incontrando lungo la strada alcune creature misteriose, come il mutante Beorn ed uno sciame di ragni giganti, nella minacciosa foresta di Mirkwood.
Dopo essere sfuggiti alla cattura da parte dei pericolosi Elfi della Foresta, i Nani arrivano a Lake-town e finalmente alla Montagna Solitaria, dove si troveranno ad affrontare il pericolo più grande, che non solo metterà a dura prova il loro coraggio, ma anche i limiti della loro amicizia: il Drago Smaug.

Se siete curiosi di scoprire come andrà a finire la pellicola scritta, prodotta e diretta da Peter Jackson, non resta che sintonizzarsi su Sky Cinema 1 lunedì 25 agosto alle 21.10 su Sky Cinema 1 (simulcast Sky 3D), multistart su Sky Cinema Hits alle 21.40.

Per ingannare l'attesa, ecco un elenco di fatti poco noti e curiosi sul film:

- Un po' di Lost in Lo Hobbit: Nel cast del secondo capitolo della saga fantasy, compare anche la bellissima Evangeline Lilly, protagonista dell'amata serie tv Lost.

- Differenze tra il romanzo e il film: La pellicola è tratta dalla parte centrale del romanzo Lo Hobbit e dalle Appendici de Il Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien, tuttavia sono presenti alcune, sostanziali differenze. L'elfa Tauriel è esclusivamente inventata dal regista per il film, mentre nel libro tale personaggio è inesistente. Stesso discorso per Legolas, il quale "rivive" su celluloide per fare da collegamento con la trilogia de Il Signore degli Anelli.

- Analogie tra La desolazione di Smaug e Il Signore degli Anelli: Tauriel, per curare la ferita di Kìli, usa l'erba nota come "Foglia di Re"; ne La compagnia dell'Anello, la medesima pianta verrà usata da Aragorn per curare la ferita di Frodo ad opera del Re Stregone di Angmar, il capo dei Nagzùl.
Quando Gandalf a Dol Guldur affronta il Negromante (che si rivela essere l'Oscuro Signore Sauron), nelle fiamme si intravede la stessa sagoma di Sauron che appare più volte in diverse occasioni, in ciascuno dei tre film nella trilogia de Il Signore degli Anelli. Stessa cosa per la musica in sottofondo.
La colonna sonora è stata composta da Howard Shore, già compositore di quella della trilogia de Il Signore degli Anelli ed eseguita dalla New Zealand Symphony Orchestra diretta da Conrad Pope.

- Accoglienza: Il film è stato molto apprezzato dalla critica. Con un voto medio di 8,2/10 su IMDb, ha colpito per l'eccitante susseguirsi di emozioni e per gli ottimi effetti speciali. Il film ha ottenuto ben tre nomination agli Oscar 2014 (Migliori Effetti Speciali, Miglior Sonoro e Miglior Montaggio Sonoro).

- Seguito: Originariamente i film dovevano essere solo due e il primo film doveva terminare dopo la fuga delle botti con la figura in controluce di Bard che minaccia i nani. Questo secondo film invece si sarebbe dovuto intitolare Racconto di un ritorno ( There and Back Again), ma dopo l'annuncio da parte di Jackson della realizzazione di un terzo film, quest'ultimo titolo è stato dato al terzo film, che sebbene previsto per il 14 luglio 2014, è stato rimandato al 17 dicembre 2014. Il 24 aprile 2014 Jackson, attraverso la sua pagina Facebook, ha annunciato un cambiamento del titolo del terzo capitolo: Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate.

- Incassi da record: La pellicola, costata 225 milioni di dollari, ne ha incassati 953.427.975. Grazie al suo enorme successo al box-office, si attesta come uno dei maggiori incassi del 2013, e uno dei film di maggiore incasso della storia del cinema.

- Where and when: Le riprese del film sono state realizzate in Nuova Zelanda, in concomitanza con le riprese del primo; sono iniziate il 21 marzo 2011 e terminate il 6 luglio 2012.

- L'impavido Orlando Bloom/Legolas: Il coraggioso Legolas, interpretato dall'ex di Miranda Kerr, ha evitato di ricorrere agli stunts per le scene più pericolose.

- Un verso...mostruoso!: Uno dei doppiatori del film è caduto - probabilmente per lo sforzo dopo aver simulato il verso del terribile drago di Smaug.

- Un omaggio speciale: La performance di Luke Evans è stata dedicata a Paul Walker, l'attore recentemente scomparso in seguito a un incidente stradale. I due si erano conosciuti sul set di Fast & Furious 6.