She's Funny That Way: a Venezia torna la commedia classica

Inserire immagine
Owen Wilson, protagonista del film She's Funny That Way di Peter Bogdanovich

Owen Wilson, Jennifer Aniston, Imogen Poots nel film del maestro di "L'ultimo spettacolo". La storia di Izzy, giovane squillo che sogna di diventare una star di Broadway

Commenta la Mostra del CInema con l'hashtag #SkyAVenezia

E' passato più di un decennio dal suo ultimo film di finzione (“Hollywood Confidential”, 2001), ma valeva la pena aspettarlo: con “She's Funny That Way”, fuori concorso a Venezia 71, Peter Bogdanovich torna dietro la macchina da presa e lo fa alla grande, regalando al pubblico della Mostra un omaggio alla screwball comedy classica piena di ritmo e di brio: "Mi piace far ridere la gente" - ha detto il regista - e credo che regalare la gioia del riso al pubblico sia un'esperienza meravigliosa. Una volta Cary Grant mi ha detto che bisognava andare al cinema e guardare e sentire mentre altre 350 persone ghignazzano, perché una cosa che ti scalda il cuore. Aveva ragione".

Ambientato a New York, tra alberghi di lusso e le quinte di Broadway, "She's Funny That Way" è un film corale che incastra in un tourbillon di equivoci, tresche e misfatti i destini di un regista teatrale e della moglie, dello sceneggiatore e di una psicologa, di una star famosa e di un giudice, le cui vite prendono una piega strana e incasinata nel momento in cui fa capolino una escort che sogna di diventare un'attrice.

"L'idea mi era venuta alla fine degli anni '70 - ricorda Bogdanovich - mentre preparavo "...e tutti risero" con Ben Gazzara e Audrey Hepburn, un film che parlava di detective e di escort e per il quale avevo incontrato delle vere prostitute che sognavano di fare cinema. Alla fine degli anni '90 io e il mio amico John Ritter abbiamo scritto la sceneggiatura del film. Era un periodo molto triste per noi e avevamo bisogno di fare una commedia. Ma l'improvvisa morte di John, che avrebbe dovuto fare anche la parte del protagonista, mi fece accantonare il progetto.

E' stato l'incontro qualche anno fa con Wes Anderson (produttore esecutivo del progetto, ndr) a rimetterlo in moto: Wes mi ha presentato Owen Wilson, l'attore che volevo per il mio personaggio.

"She's funny that way" si svolge tutto nella più fascinosa New York possibile. Un regista di Broadway Arnold Albertson (Owen Wilson), sposato con una psicologa (Jennifer Aniston) si innamora di una prostituta divenuta attrice, Isabella 'Izzy' Patterson (Imogen Poots). Ma non è il solo a innamorarsene. Perché Isabella fa innamorare anche il suo drammaturgo (Will Forte), nonostante sia sposato con la protagonista dello spettacolo (Kathryn Hahn). C’è poi anche lo stimato giudice Pendergast (Austin Pendleton) che è ossessionato da lei come l'attore che la affianca in scena (Rhys Ifans).

Tutta questa materia diventa esplosiva in questa commedia romantica e piena di colpi di scena, scritta dallo stesso Bogdanovich insieme alla sua ex moglie Louise Stratten.