Una fragile armonia: quel quartetto d'archi che emoziona

Inserire immagine
Un'immagine tratta da "Una fragile armonia", in onda in prima tv venerdì 12 settembre alle 21.10 su Sky Cinema 1. © Good Films

Il documentarista Yaron Zilberman firma la sua prima pellicola di finzione con gli attori premi Oscar Philip Seymour Hoffman e Christopher Walken. Una storia intensa di coraggio, passione e rivalità, in prima tv il 12 settembre alle 21.10 su Sky Cinema 1

Commozione, speranze, equilibri che lentamente si evolvono quando incombe lo spettro della malattia. Vite appese a fili sottili, storie che si intrecciano, fino a comporre un'opera lirica, intensa e ipnotica.

Il film di Yaron Zilberman procede come una sinfonia, ti avvinghia a sé col suo incedere a volte lento, altre volte impetuoso e non ti lascia scampo fino al finale. Impossibile distrarsi con una pellicola così sapientemente studiata nella sua perfetta drammaturgia, così come è difficile distogliere lo sguardo da quelle interpretazioni magistrali offerte da due pezzi da novanta del cinema americano: i premi Oscar Philip Seymour Hoffman (scomparso lo scorso febbraio) e Christopher Walken.

Ma facciamo un passo indietro e vediamo di cosa tratta la pellicola.
Alla vigilia della nuova stagione operistica, nel 25° anniversario di un quartetto d'archi celebre in tutto il mondo, all'apprezzato violoncellista Peter Mitchell (Christopher Walken) sono diagnosticati i primi sintomi del morbo di Parkinson.
La volontà di Peter di affrontare comunque il palcoscenico pone i tre colleghi di fronte a un bivio. Rivalità personali e passioni incontrollabili minacciano di far deragliare anni di amicizia e collaborazione.

Infatti, la pretesa del secondo violino, Robert, di voler diventare primo violino - posto fino ad allora ricoperto da Daniel Lerner -, la relazione amorosa di quest'ultimo con la figlia della coppia Peter Mitchel e Juliette Gelbart, il tradimento, scoperto, di Robert con una ballerina di flamenco, minano l'armonia del quartetto che sembra destinato a sciolgliersi.

Mentre il gruppo si prepara a eseguire l'opera 131 di Beethoven in quello che potrebbe essere il loro ultimo concerto insieme, qualcosa inizia a cambiare dentro di loro, i nodi vengono lentamente sciolti e si instaura una rinnovata, seppur fragile, armonia.
Quella che dà il titolo a una pellicola capace di commuovere giovani e adulti.

Sky Cinema 1 ve la offre in prima tv venerdì 12 settembre alle 21.10!