Steve Jobs: tre anni senza il genio

Inserire immagine

In occasione del terzo anniversario della morte del fondatore della Apple, Sky Cinema 1 lo ricorda con il film Jobs domenica 5 ottobre alle 21.10 e e su History Channel con I signori del futuro: Steve Jobs ". Sempre domenica 5 ottobre alle 15.10

Steve Jobs se n'è andato il 5 ottobre 2011, esattamente 3 anni fa. Una personalità talmente forte ed importante per i nostri tempi incerti che di sicuro passerà alla storia non soltanto per il nome di Apple e i prodotti tecnologici da lui creati ma anche per la sua storia personale e professionale.
In fondo Jobs è un personaggio che nel bene o nel male si ama e si odia che divide, come del resto la Apple: o si detesta o si idolatra.

Per questo Hollywood e il suo cinema ha voluto provare a raccontare la sua vita. Lo ha già fatto con il film del 2013 Jobs del regista Joshua Michael Stern (in prima tv su Sky Cinema 1 il prossimo 5 ottobre alle 21,10), e si appresta a farlo nuovamente con Leonardo DiCaprio con un nuova pellicola in attesa nel 2015. La notizia, è stata lanciata qualche mese fa da Variety e Hollywood Reporter che aveva anche annunciato che Di Caprio sarebbe in trattativa per avere un ruolo da protagonista nel film. La nuova pellicola dedicata alla vita di Steve Jobs dovrebbe essere diretta Danny Boyle che ha già lavorato con Di Caprio nel film The beach.

Steve Jobs, fondatore di Apple e personaggio già passato al mito, continua dunque ad ispirare nuove produzioni cinematografiche. A Jobs si attribuisce infatti la rivoluzione nel mondo dell’informatica soprattutto in tre settori specifici: quello degli smartphone con l'ideazione dell'iPhone, quello dei computer con gli iMac e quello della musica con l'iPod. Ed è proprio dal lettore mp3 più famoso al mondo che parte il film di Joshua Michael Stern. E' il 23 Ottobre 2001 quando Jobs, quattro anni dopo il ritorno in Apple a seguito dell'allontanamento, presenta il “progetto segreto” cui ha lavorato con un giovane designer, Jony Ive: l'iPod, un dispositivo che insieme ad iTunes ha cambiato l'industria musicale.

Steve Jobs è interpretato da un somigliantissimo e convincente Ashton Kutcher e ripercorre un periodo che va dai tempi dell’università di Jobs, abbandonata prima del tempo, per poi procedere verso la realizzazione del primo computer Apple in un garage insieme a Steve Wozniak e si arriva alla quotazione in borsa dell’azienda. Si prosegue poi fino alla storica riunione in cui si decide la cacciata di Steve Jobs dalla società che lui stesso ha creato e, infine, viene ripercorsa la storia del suo ritorno in qualità di Amministratore Delegato.

Insomma, Il film, anche se affronta una storia nota, è indubbiamente godibile soprattutto perché punta a descrivere e approfondire la personalità di un giovane genio visionario non escludendo anche i suo molti lati negativi. Al di là di questo, Steve Jobs era un uomo dotato di incredibili capacità e soprattutto di una smisurata voglia di raggiungere la vetta del successo. La sua eccessiva ambizione lo fa divenire, almeno nel film, incredibilmente concentrato solo ed unicamente sul suo unico obiettivo: rivoluzionare il mondo della tecnologia e diventare "follemente" grandi. Cosa che del resto a Steve Jobs è riuscito davvero bene.

History Channel ricorda la scomparsa del fondatore della Apple con I signori del futuro: Steve Jobs, in onda su History Domenica 5 ottobre alle 15.10. Sempre su History, ma sabato 4 ottobre andrà in onda I signori del futuro: Mark Zuckerberg.
Invece su Sky Cinema Cult, sempre il 4 ottobre alle 21.00, si potrà vedere The Social Network, film diretto da David Fincher, incentrato sui fondatori di Facebook e sul fenomeno popolare che ha creato. Anche
Tutto sarà disponibile anche su Sky on demand nella collezione "I miti tecnologici"

Anche Discovery Science dedicherà un documentario a Jobs con i Genius: la rivoluzione di Steve Jobs. Domenica 5 ottobre alle 20.15.