Diana, la storia segreta (e il volto umano) di Lady D.

Naomi Watts è la protagonista del film Diana – La storia segreta di Lady D che ripercorre gli ultimi due anni prima della sua scomparsa nel 1997. In onda su Sky Cinema 1, in prima visione, lunedì 13 ottobre alle 21.10

Di storie sulla Principessa Diana ne sono state scritte molte. Prima in vita e poi dopo la sua tragica scomparsa, avvenuta a Parigi il 31 agosto nel 1997. Quella che ci ha proposto il regista tedesco Oliver Hirschbiegel con il suo film Diana – La storia segreta di Lady D (su Sky Cinema 1, in prima visione, lunedì 13 ottobre alle 21.10) è un ulteriore tassello nella comprensione di una persona complessa, a tratti malinconica ma non per questo arrendevole di fronte allo strano destino che la vita le aveva riservato.

Da donna che aveva raggiunto con il matrimonio con Carlo il potere della Corona d'Inghilterra a moglie tradita e sola, alla ricerca di un ruolo pubblico ma soprattutto personale. Il film di Hirschbiegel approfondisce proprio questo passaggio ripercorrendo gli ultimi due anni della sua vita, durante il quale visse un' importante relazione con il chirurgo pakistano Hasnat Khan.

Si conobbero in un ospedale di Londra, e da qual momento non riuscirono a fare a meno l’uno dell’altro. E’ grazie a lui, che la principessa del Galles trovò la forza di impegnarsi attivamente nelle campagne umanitarie in giro per il mondo. Naturalmente, come riportano le cronache, la storia non ebbe un lieto fine. Tuttavia questo scossone nella vita della Principessa la portò ad essere nuovamente se stessa; a ritrovare la voglia di vivere e a chiudere definitivamente nel cassetto gli anni passati a Buckingham Palace.

A dare volto e umanità a Diana Spencer, la meravigliosa Naomi Watts che, per inciso, ci regala una delle sue più belle interpretazioni riuscendo a dare spessore ad una donna fragile e timida ma anche piena di eleganza e fascino. Insomma, un film, quello di Hirschbiegel, che pur non aggiungendo molto alla vastissima letteratura sulla Principessa Diana, è riuscito a cogliere degli aspetti, anche intimi di una personalità che difficilmente verrà dimenticata.