Paolo Ruffini e Frank Matano professori di cinema

Frank Matano e Paolo Ruffini sul set di Tutto molto bello (Foto di Loris T. Zambelli - Photomovie)

Paolo Ruffini e Frank Matano, i due protagonisti di Tutto molto bello , in uscita nelle sale il 9 ottobre, hanno incontrato i ragazzi dello IULM assieme a Gianni Canova. Lo speciale andrà in onda su Sky Cinema sabato 11 alle 20.40. Guarda il video

Giovedì 9 ottobre Paolo Ruffini e Frank Matano tornano a condividere il grande schermo in Tutto molto bello, secondo film diretto da Ruffini dopo Fuga di cervelli. Nel film, Paolo e Frank interpretano due personaggi agli antipodi - un ligio impiegato dell'Agenzia delle Entrate il primo, un uomo socievole e scanzonato il secondo - uniti dalla comune esperienza di aspettare un figlio. L'incontro avviene proprio in corsia di ospedale, dove i due decidono di ingannare l'attesa andando a pranzare in un posto vicino... e si ritrovano coinvolti in una travolgente avventura.

Paolo Ruffini e Frank Matano (quest'ultimo a breve giudice di Italia's Got Talent su Sky Uno) hanno conversato di Tutto molto bello e di altro ancora assieme al “cinemaniaco” Gianni Canova e agli studenti dello IULM di Milano, nel corso di una Lezione di cinema che andrà in onda su Sky Cinema 1 HD sabato 11 ottobre alle 20.40, nello Speciale Tutto molto bello.

Già prima che le telecamere si accendessero, Paolo ha rotto il ghiaccio chiacchierando con i ragazzi di cinema, da Michelangelo Antonioni a Massimo Boldi e Christian De Sica, mentre Frank li ha fatti ridere con le sue battute fulminanti. È stato quindi in un'atmosfera molto rilassata che Canova ha dato il via alle domande - sue e degli studenti - su Tutto molto bello, con cui i due si propongono di ripetere il successo della precedente pellicola.

Tra gli argomenti toccati, proprio il motivo dell'alto gradimento di Fuga di cervelli, spiegato in maniera diversa dagli attori. Secondo Matano parte del successo è da ricondurre alla presenza massiccia sui social network e l'effetto virale che ne è scaturito. A detta di Paolo, invece, i ragazzi hanno percepito che si trattava di un film onesto, fatto col cuore.

Paolo Ruffini, in qualità di regista, ha poi spiegato “cosa c'è di bello” in Tutto molto bello, rispondendo sicuro: “Il modo in cui è stato fatto, lavorando con amici e con persone che mi fanno ridere. Certo, questo è un film prodotto a livello industriale, ma con lo spirito di quando facevo i corti da ragazzo con i miei amici”. D'altronde, ha spiegato sempre Paolo, il suo intento era di “fare qualcosa di buono, un film semplice e positivo di quelli che guardavo da bambino”.

Tra una battuta e una risposta seria, i due interpreti hanno raccontato i protagonisti del film - “delle persone che si sentono inadeguate a diventare padri, ma lo diventano dopo aver compiuto un percorso di crescita” - e hanno affrontato argomenti di ordine più generale come i risvolti tragici del mestiere del comico.

C'è stata l'occasione anche per raccontare aneddoti specifici delle riprese, come il bacio tra Frank Matano e la bellissima Nina Senicar, raccontato così dalla star di Youtube: “Quando mi hanno detto di baciare Nina con la lingua davanti a una telecamera, ero molto imbarazzato. Comunque consiglio a tutti di baciare una modella almeno una volta nella vita... è troppo bello!”.

Al termine delle domande, i professori Ruffini e Matano, complice la guida del loro “collega” Canova, hanno definitivamente conquistato la loro platea di alunni. L'appuntamento per vederli all'opera in Tutto molto bello è dal 9 ottobre nelle sale. Per rivivere la loro lezione allo IULM, invece, tutti sintonizzati su Sky Cinema sabato 11 alle 20.40 con lo Speciale Tutto molto bello. Domenica 12 alle 21, infine, potrete vedere l'intervista confidenziale di Francesco Castelnuovo ai due attori all'interno di Sky Cine News.