Quel genio ribelle di Matt Damon

Inserire immagine
La faccia da Cult di questo mese è Matt Damon

L’attore americano è il protagonista del consueto appuntamento con Facce da Cult. Su Sky Cinema Cult, domenica 26 ottobre a partire dalle 16.35

Il consueto appuntamento di Sky Cinema Cult con gli interpreti di spicco del cinema italiano e internazionale, questo mese è dedicato a Matt Damon, star hollywoodiana e grandissimo attore: si parte alle 16.35 con il film premio Oscar Will Hunting – Genio Ribelle in una memorabile interpretazione a fianco del compianto Robin Williams, in preserale L’uomo Della Pioggia di Francis Ford Coppola e in prima serata l’irriverente e controverso Dogma di Kevin Smith; conclude la serata il dramma diretto da Gus Van Sant e sceneggiato da Matt Damon Promised Land.

Cominciamo subito con dire che il precoce talento di Matt Damon è stato scoperto e decretato da registi del calibro di Francis Ford Coppola, Gus van Sant, Steven Spielberg e Martin Scorsese. La sua mascella spigolosa e i suoi occhi azzurri lo hanno reso un sex symbol tra i più acclamati del gossip cinematografico. Le sue capacità attoriali, unite alla sua brillante poliedricità, hanno fatto in modo che Matt sia uno degli interpreti più cercati (e pagati) di Hollywood.

I prodomi di una carriera sfavillante c’erano comunque tutti. Nel 1997, a soli 27 anni vince un Oscar per la miglior sceneggiatura originale con il film Will Hunting insieme al suo amico per la vita Ben Affleck. In seguito arrivano parti in film importanti come Salvate il soldato Ryan di Spielberg, Dogma e Il talento di Mr Ripley, Ocean’s Eleven (e successivi) con Geroge Clooney e Brad Pitt e la trilogia thriller The Bourne Identity.
E ancora altri capolavori come The Good Sheperd e soprattutto The Departed dove con Leonardo DiCaprio e Jack Nicholson forma un trio quantomeno memorabile. Nel frattempo, non disdegna la Tv, con comparsate in 30 Rock con Tina Fey e, recentemente, in Behind the Candelabra, acclamatissimo film targato HBO.

Ma Matt non è soltanto un grande attore. E’ anche un uomo impegnato nel sociale. Infatti, con i suoi amici di sempre Brad Pitt, George Clooney e Don Cheedle ha fondato Not on Our Watch Project, per portare l’attenzione sulle violazioni dei diritti umani in tutto il mondo. Dopotutto, prima di seguire il suo sogno nel mondo del cinema, il futuro attore ha frequentato l’università di Harvard per tre anni. Un’ultima curiosità: Matt Damon si distingue tra i colleghi hollywoodiani per una particolarità: non ha sposato un’attrice. Nel 2005, infatti, ha celebrato le proprie nozze con la comune mortale Luciana Barroso, con la quale ha quattro figlie, la prima avuta dalla moglie da una precedente relazione. Che dire, davvero una faccia e una personalità da cult.