Un "disaster" di Musica aspettando l'Apocalypse

Inserire immagine
Liv Tyler e Bruce Willis in Armageddon – Il giudizio finale

Dal 7 al 23 novembre il canale Sky Cinema Hits diventa Sky Cinema Hits Apocalypse e ci racconta come il cinema racconta i disastri, qualunque sia la provenienza. Qui vi raccontiamo la musica che amano i vulcani e i tremori della terra

Per dissociazione di idee i disaster movie innescano lapilli di grande creatività musicale. Chi si aspetta musica gotiche, arie da requiem e melodie tristi deve ricredersi. La conferma arriva dal canale Sky Cinema Hits che dal 7 al 23 novembre si trasforma in Sky Cinema Hits Apocalypse, Prendiamo Armageddon – Il giudizio finale, indimenticata pellicola con un super cast formato, tra gli altri, da Bruce Willis, Billy Bob Thornton, Ben Affleck e Liv Tyler: nella soundtrack ci sono gli Aerosmith con quattro brani tra cui I don’t want to miss a thing e What kind of love are you on, i Journey con Remember me, Patty Smith Whish I were you, Jon Bon Jovi con Mister Big Time e ZZ Top con La Grange. Roba che forse neanche un Festival come Glanstobury riuscirebbe a mettere insieme.

Aerosmith in I don’t want to miss a thing


Ci sono poi le volte che basta una sola canzone perché un film abbia una canzone indimenticabile: Starship Troopers del 1997 ha in dote I have not been to Oxford Town che è cantata dal (semi)sconosciuto Zoe Poledouris ma porta la firma del Duca Bianco David Bowie e di Brian Eno. Si riparte in gruppo per un’altra pellicola iconica sui disastri che incombono sul mondo: Cloverfield ha radunato intorno alla Statua della Libertà decapitata, ma con la torcia levata verso il cielo in segno di non resa, King of Lions, che la fanno da padroni con due canzoni, Parliament, Black Keys, con una superba Grown so ugly, i misteriosi Gorillaz di Damon Albarn con 19-2000, Joan as a Policewoman con The Ride e l’elettronico Moby con Disco Lies. Elysium si concede la musica classica e accoglie nelle sue paure la Suite For Solo Cello No.1 Johann Sebastian Bach e poi un doppio Ludwig Van Beethoven con Piano Sonata No. 8 in C minor 'Pathetique' - Adagi e Piano Concerto No. 4 in G Major - Rondo Vivace.

Joan as a Policewoman in The Ride



Parte hard Resident Evil: Apocalypse e per portaci nel buco nero della nostra coscienza schiera Slipknot con Vermillion, The Cure con Us for them, Lacuna Coil con Swamped e la voce ipnotica di Cristina Scabbia, Rammstein con Meil Teil, Rob Zombi con Girl on fire e Massive Attack con Future Proof. C’è chi si avvicina con titubanza ai disaster movie perché teme che la sua musica non renda l’ansia che le immagini trasmettono ma non è così. Ogni musica può accompagnare un distastro ogni musica può essere salvifica e tirarci fuori dal disastro. Ma sempre avremo poesia che dalle orecchie ci invade il corpo e l’anima aspettando l'Apocalypse. Quella su Sky Cinema Hits, ovviamente.

Lacuna Coil in Swamped