Anchorman 2 – fotti la notizia con Will Ferrell

Inserire immagine
Un'immagine della locandina del film "Anchorman 2 – fotti la notizia"

Tornano le avventure del giornalista di San Diego, Ron Burgundy, di sua moglie Veronica Corningstone e dei vecchi compagni di squadra, alle prese con nuove sfide tutte da ridere. Su Sky Cinema 1, in prima visione, giovedì 20 novembre alle 21.10

Dopo nove anni l'uscita del primo Anchorman - La leggenda di Ron Burgundy, tornano le demenziali avventure di Ron Burgundy nel secondo capitolo dal titolo Anchorman 2 - Fotti la notizia (su Sky Cinema 1, in prima visione, giovedì 20 novembre alle 21.10).

Un' esilarante commedia tutta da ridere che vede ancora protagonista Will Ferrell nei panni di un un giornalista di San Diego. Sette anni dopo aver conquistato il cuore del pubblico e della collega Veronic Corningstone (Christina Applegate), non riesce ad accettare il suo licenziamento e la conseguente promozione della moglie. Per digerire la sconfitta e l'umiliazione (ha lavorato anche in un delfinario sbeffeggiato da tutti), e soprattutto per rilanciare la sua carriera, decide di accettare la proposta della GNN, un nuovo canale di New York che lo vuole nel suo team di news.
Per tentare il suo rilancio, Burgundy cercherà di riformare la sua celebre squadra, formata dall'esperto del meteo Brick Tamland (Steve Carell), l'inviato Brian Fantana (Paul Rudd) e l'uomo dello sport Champ Kind (David Koechner), anche se tutti ormai hanno intrapreso altre strade. Tra l'altro siamo negli anni Ottanta e il momento è decisivo per la trasformazione dell'informazione americana, pronta a trasmettere di continuo news ininterrottamente per le 24 ore del giorno. Anche se all'inizio al team di Burgundy verrà assegnato il palinsesto notturno.

Il film è stato diretto da Adam McKay capace di lasciare libero sfogo alla comicità innata di Will Ferrell letteralmente capace di trascinare i suoi colleghi in avventure esilaranti, in gag che strappano più di una risata. A patto che siate amanti di una certa comicità made in Usa un po' demenziale e a volte un po' volgare.

Da non perdere una serie di camei irresistibili: da Will Smith e Liam Neeson, da Jim Carrey a John C. Reilly, a Sacha Baron Cohen.