The Counselor – Il Procuratore, avidità al tempo dei narcos

Il regista Ridley Scott firma la regia di un film con un cast stellare da Michael Fassbender, a Brad Pitt, Cameron Diaz, Penélope Cruz e Javier Bardem, avvalendosi della sceneggiatura originale dello scrittore Cormac McCarthy

Ci sono tre elementi che fanno di The Counselor – Il Procuratore un film da non mancare (su Sky Cinema 1, in prima visione, il 21 novembre alle 21.10).
La prima è che lo scrittore e autore del libro omonimo Cormac McCarthy a 80 anni suonati per questo film si è trasformato in sceneggiatore e produttore del film: la seconda è che alla regia della pellicola c' è un certo Ridley Scott: la terza è che il cast è davvero altissimo: Michael Fassbender, Penelope Cruz, Javier Bardem Brad Pitt e Cameron Diaz.

Due parole sulla trama. La storia è quella di un lanciatissimo avvocato che vede il suo successo e la sua vita andare progressivamente in pezzi quando, per curiosità e presunzione di poterne uscire quando vuole, entra nel mondo della droga. Protagonista è, infatti, un avvocato (Michael Fassbender) in cerca di liquidi dopo aver chiesto alla sua fidanzata di sposarlo e che accetta la proposta di un conoscente legato alla malavita (Javier Bardem) di portare 20 milioni di dollari di cocaina dal Messico negli Stati Uniti. Ad aiutarlo ci sarà un poco di buono con il volto e la fisicità di Brad Pitt.

Trattandosi di una sceneggiatura firmata da McCarthy, celebre scrittore americano autore di opere come Non è un paese per vecchi, unita alla regia di Scott, non ci poteva aspettare un film semplicemente sul commercio di droga. L’attenzione sembra concentrarsi più che sugli eventi sulla avidità amorale dei personaggi che popolano il film, sorta di criminali che amano filosofeggiare sui grandi temi dell’esistenza quali l’amore, la vita, la morte.
Eccentrici assassini assettati di sangue che fanno il loro sporco lavoro con freddezza distaccata. Al contrario, invece dell’ avvocato Fassbender che, seppur abbacinato dall’avidità del denaro, rimane un essere umano non privo delle sue debolezze che si racchiudono nell’amare i suoi affetti. Debolezza che non gli permetterà di vivere tra agi e lusso come aveva sognato ma che, invece, gli spalancherà le porte dell’inferno… in terra