Quello che so sull’amore: come si diventa adulti per Muccino

Inserire immagine
Un'immagine di Gerard Butler, protagonista del film "Quello che so sull’amore" di Gabriele Muccino

Il regista Gabriele Muccino torna a misurarsi con un film internazionale. Con Gerard Butler, Jessica Biel, Uma Thurman, Catherine Zeta-Jones e Dennis Quaid. Su Sky Cinema 1, in prima visione, lunedì 1 dicembre alle 21.10

Dopo il successo in America con i due film La ricerca della felicità e Sette anime, entrambi con Will Smith, che hanno portato Gabriele Muccino ad affermarsi ad Hollywood, arriva sugli schermi di Sky Cinema 1, in prima visione, lunedì 1 dicembre alle 21.10, Quello che so sull'amore ( Playing for keeps), terza opera made in Usa con un cast stellare: Jessica Biel, Uma Thurman, Catherine Zeta-Jones e Dennis Quaid.

Personaggio centrale del film è Gerard Butler, ex calciatore di successo con un divorzio alle spalle. Quando diventa allenatore della squadra di calcio in cui gioca anche suo figlio, George si ritrova nuovamente ad avere contatti con la sua famiglia e nonostante gli incessanti corteggiamenti di un nutrito numero di mamme, decide di provare a riconquistare il suo primo amore.

Arrivato in Italia, dopo le poco lusinghiere critiche americane, il film tratta un tema molto caro al regista Muccino. Ovvero il concetto e quell’ approfondire il tema della crescita, della maturità: di quel momento in cui siamo chiamati a decidere se rimanere eterni Peter Pan o affrontare le difficoltà dell’esistenza.

La storia del film è nata realmente sul campo da gioco: il regista e produttore Johnathan Mostow aveva deciso di seguire suo figlio nel baseball e si è trovato fianco a fianco con lo scrittore Robbie Fox, che in quel momento era l’allenatore della squadra. Robbie Fox ha mostrato a Johnathan Mostow un riassunto di una sua sceneggiatura, che poi è confluita nella realizzazione del film Quello che so sull’ Amore.

La sceneggiatura di Robbie Fox differisce dalla versione finale di Gabriele Muccino solo per il tipo di sport scelto: infatti, nelle poche righe scritte da Fox, il padre protagonista decideva di riconquistare l’ amore e la fiducia del figlio allenando la squadra di baseball, mentre nella versione definitiva del film lo sport praticato è quello più “internazionale” del calcio.

Gabriele Muccino e Johnathan Mostow hanno cercato un attore che potesse incarnare perfettamente la fusione tra ex atleta e padre di famiglia, ma che fosse anche un sex symbol e l’ hanno trovato in Gerald Butler: una scelta sicuramente azzeccata.