Dietro i candelabri, le curiosità sul film

Inserire immagine
Michael Douglas e Matt Damon nel film "Dietro i candelabri", in onda martedì 9 dicembre alle 21.10 su Sky Cinema 1,

Aspettando di vedere la storia del pianista Liberace nel film diretto da Steven Soderbergh , in onda martedì 9 dicembre alle 21.10 su Sky Cinema 1, ecco tutte le curiosità più strane sulla pellicola che ha come protagonisti Michael Douglas e Matt Damon

L’amore tormentatissimo del celebre pianista Liberace e del suo giovanissimo amante Scott Thornson sono raccontati da un film diretto e recitato in maniera mirabile.
Facile se sei Steven Soderbergh dietro alla macchina da presa e Michael Douglas e Matt Damon davanti.

Dietro i candelabri, l’attesissimo film HBO in onda martedì 9 dicembre alle 21.10 su Sky Cinema 1, racconterà i sei anni di tormentatissima relazione amorosa che videro protagonisti l’attore, pianista, personaggio televisivo e artista di music-hall Liberace e il suo amante, interpretati da due mostri sacri del grande schermo: Michael Douglas e Matt Damon, appunto.
Aspettando di goderci questo nuovo capolavoro che si aggiunge a una cinematografia da plauso dell’acclamato regista Steven Soderbergh, ecco le curiosità più strane, succulente e bizzarre del film televisivo prodotto da HBO.

Troppo gay per Hollywood – Nel 2013 il regista Steven Soderbergh dichiarò che inizialmente il progetto prevedeva una rappresentazione teatrale, non televisiva né tantomeno cinematografica. Il soggetto era infatti considerato “troppo gay” per Hollywood. La lungimirante HBO, tuttavia, ne comprese l’eccezionale portata e decise di produrlo per la televisione. In Inghilterra e in Europa è uscito anche al cinema.

Cannes! Cannes! –Hollywood si mangia le mani per non aver prodotto Dietro i candelabri, dato che è stato selezionato da niente po’ po’ di meno che il Festival di Cannes per competere per la Palma D’Oro nel 2013.

Galeotto fu il libro
– La pellicola è tratta dall’omonimo romanzo scritto da Scott Thornson, l’amante di Liberace.

Un cameo che sa godersi i soldi - Scott Thornson, l’amante di Liberace, prese parte al film con un cameo per cui ricevette la somma di centomila dollari. Li spese tutti in soli due mesi, usandoli per comprarsi soprattutto macchine e gioielli.

Calarsi nella parte – L’attrice Debbie Reynolds, che nel film interpreta la madre del protagonista, Frances Liberace, è stata molto amica del vero Liberace e di tutta la sua famiglia, mamma compresa. Per lei è stato ancora più commuovente vestire i panni della sua vecchia amica.

Abiti di scena da Mille e una notte – La costume designer Ellen Mirojnick ha dovuto riprodurre tantissimi abiti di scena che usava Liberace durante gli spettacoli tra cui una pelliccia di volpe bianca tempestata di cristalli australiani da centomila dollari.

Location d’autore. Anzi: d'attore! – La location usata per riprodurre la casa di Liberace di Las Vegas si trova in realtà a Los Angeles ed è la casa in cui vivono l’attrice Zsa Zsa Gábor e suo marito Frédéric Prinz von Anhalt.

Dedica – Il film è dedicato alla memoria di Marvin Hamlisch, il compositore che scrisse la colonna sonora di Dietro i candelabri e scomparve prima della fine delle riprese.

Camei canterini – La celebre cantante jazz statunitense Peggy King compare mentre canta When Liberace Winks at Me in una videocassetta che guarda il personaggio interpretato da Matt Damon.

Ritratti ritoccati
– Liberace aveva tappezzato la sua casa di suoi ritratti che ora appartengono alla Fondazione che porta il suo nome. Nel film sono stati tutti riprodotti, disegnando le fattezze di Liberace più simili a quelle dell’attore Michael Douglas.

Le iniziali M.D. – È curioso come i due attori protagonisti, Michael Douglas e Matt Damon, abbiano le stesse iniziali M.D. Anche l’altro attore che nel 1988 interpretò Scott Thorson nel film televisivo Liberace: Behind the Music ha le stesse iniziali: è infatti Michael Dolan.