Quello che so sull'amore tra Gabriele Muccino e Hollywood

Inserire immagine
Gabriele Muccino (Getty Images)

Lunedì 1° dicembre alle 21.10 va in onda in prima tv su Sky Cinema 1 HD Quello che so sull'amore , terzo film della carriera hollywoodiana di Gabriele Muccino, cominciata con La ricerca della felicità e destinata a proseguire con Fathers and Daughters.

Lunedì 1° dicembre alle 21.10 il bel Gerard Butler farà impazzire le soccer mom Catherine Zeta-Jones, Uma Thurman e Judy Greer, il tutto mentre cerca di riconquistare l'ex moglie Jessica Biel. Stiamo parlando, ovviamente, di Quello che so sull'amore, film in prima visione tv su Sky Cinema 1 HD. Che può contare su un cast a dir poco eccezionale, ma anche - lo si può dire con un pizzico di orgoglio - su un regista italiano che ormai si è fatto notare all'estero da tanto tempo. Stiamo parlando, ancora più ovviamente, di Gabriele Muccino.

Quello che so sull'amore è il terzo capitolo dell'avventura hollywoodiana di Gabriele Muccino, cominciata ormai quasi dieci anni fa con La ricerca della felicità, film del 2006 con Will Smith. Ma, a essere onesti, il tutto ha inizio ancora prima, con L'ultimo bacio, la pellicola che impone Gabriele all'attenzione internazionale. Non per niente, ne verrà prodotto un remake americano diretto da Tony Goldwin e interpretato da Zach Braff e Casey Affleck, intitolato The Last Kiss.

Il primo "yankee" a chiamare Gabriele Muccino in ogni caso è, lo si diceva poco fa, Will Smith. L'attore e produttore vuole fortemente il regista italiano, dopo essere rimasto folgorato proprio da L'ultimo bacio, su segnalazione della collega Eva Mendes. Così Gabriele ha l'onore di dirigere il grande Will, oltre che Jaden Smith al suo esordio cinematografico, nel film drammatico che racconta le vicende di Chris Gardner, imprenditore di successo che affrontò tuttavia momenti di grande povertà assieme al figlio di pochi anni.

La ricerca della felicità è un successo mondiale, tanto che Will Smith vuole di nuovo Gabriele per dirigere un nuovo film, solo due anni dopo. Nel 2008 esce Sette anime, storia intensa, a tratti straziante, di un uomo che provoca un incidente in cui perdono la vita la moglie e sei sconosciuti, e per riscattarsi si propone di fare di tutto (davvero di tutto) per salvare quella di sette persone meritevoli. Pur senza bissare il trionfo del precedente lavoro, questa seconda opera dimostra al mondo tutte le potenzialità di Muccino alla macchina da presa.

Dopo l'intervallo italiano per girare Baciami ancora, sequel de L'ultimo bacio, Gabriele Muccino torna negli States, questa volta per lavorare con l'attore scozzese Gerard Butler, commedia romantica a tema calcistico che potrete vedere in prima tv su Sky Cinema. Ma la love story tra Muccino e Hollywood non è ancora finita: nel 2015 dirigerà infatti Fathers and Daughters, dramma con Russell Crowe, Amanda Seyfried e la star di Breaking Bad Aaron Paul. Per Gabriele, quindi, l'avventura a stelle e strisce continua...