Santa Margaret cantano "Riderò" per Aldo, Giovanni e Giacomo

Inserire immagine
I Santa margaret

Il suono analogico cova la sua vendetta, della rivelazione Santa Margaret, va al cinema. La band è presente con due canzoni nel nuovo film di Aldo, Giovanni e Giacomo Il ricco, il povero e il maggiordomo in uscita nel weekend

Il bello, il nuovo, il fresco della musica italiana incontra Aldo, Giovanni e Giacomo. E ne nasce un mix rock-visuale di rare suggestioni che è presente nel nuovo film dei tre, Il ricco, il povero e il maggiordomo, con due canzoni: Riderò e Vieni a gridare con me. I Santa Margaret che col loro rock ipnotico hanno...ipnotizzato Aldo, Giovanni e Giacomo sono Angelica "Margaret" Schiatti, Stefano "Wizard" Verderi, Leonardo "The Lazz" Angelicchio, Marco "Kuku" Cucuzzella e Ivo "Freak" Barbieri; il loro album è Il suono analogico cova la sua vendetta prima parte. Non li hanno voluti a Sanremo Giovani 2015 e qualcuno se ne pentirà perché non è onesto lamentarsi che la musica in Italia è stantia e poi chi, come i Santa Margaret, cercano nuovi orizzonti non vengono ammessi nel tempio della musica italiana. Ma loro che sono signori del disincanto e dell'ironia ci sorridono, smaltita quella punta di amarezza, e guardano già al 2015. Non per il Festival ma per quel che rappresentano.

Angelica partiamo da Il ricco, il povero e il maggiordomo.
Premesso che siamo fan della prima ora di Aldo, Giovanni e Giacomo, abbiamo visto l'anteprima e ci siamo divertiti tantissimo. Siamo supercontenti.
Poi loro sono attenti alle soundtrack.
Verissimo. Dai Negrita a Samuele Bersani hanno sempre scelto bene.
Piaciuto il film?
Ho rivisto il trio degli esordi. Hanno cpstruito una storia attuale nel loro stile.
Riderò quando la ascoltiamo?
Una scena lunga, inframezzata da dialoghi. E' tra quelle che mi hanno fatto più ridere. Aldo è il povero che diventa ricco, il vu cumprà che diventa magnate del petrolio...ma per sapere che succede andate al cinema.
La canzone era già pronta?
Sì. Loro cercavano i brani idonei a comporre la soundtrack del film e serviva un piglio rock.
Ed ecco i Santa Margaret.
All'origine bastavano pochi secondi per il trailer, poi è piaciuta ed è entrata nel film.
Che vi aspetta nel 2015?
In primis concerti. Poi entro l'estate dovrebbe uscire la seconda parte del nostro album d'esordio Il suono analogico cova la sua vendetta. Inoltre facciamo promozione, abbiamo progetti con Vevo e una cover che vi stupirà.
Quale?
La musica è finita di Umberto Bindi.
Un capolavoro. E una sfida per voi.
Noi ci rifacciamo a Bindi e a Robert Plant dei Led Zeppelin che la ha rifatta titolandolo Our song. La sua era più Motown la nostra è più...nostra e a breve potrebbe essere accompagnata da un video.
Rimasti male per l'esclusione da Sanremo Giovani?
La delusione c'è stata, lo confesso. Ma i tanti messaggi ricevuti ci hanno rasserenato. Ci rifacciamo andando in tour e cercando di chiudere alcuni accordi per collaborazioni importanti.
Nomi?
Nulla per scaramanzia. Tutti ci davano all'Ariston e ha visto come è andata? Stavolta cauti.
Un accenno?
Il nostro sound è esterofilo anche se cantiamo in italiano. E noi vogliamo portare all'estero la nostra lingua perché l'italiano è bello.