Dallas Buyers Club, il club di Ron e Rayon è su Sky Cinema 1

Inserire immagine
Matthew McConaughey e Jared Leto in Dallas Buyers Club

La premiata coppia McConaughey/Leto sarà su Sky Cinema 1 venerdì 16 gennaio alle 21.10, quando sarà trasmesso Dallas Buyers Club , il film che ha consegnato ai due attori i loro primi Oscar come Miglior Attore Protagonista e Miglior Attore Non Protagonista

Ron Woodroof (Matthew McConaughey) è un macho, un vero texano, uno che non ha paura dei tori, dell’alcool, delle sigarette, e del sesso sfrenato. Ron Woodroof è un vero uomo, e vive ogni giorno come se non ci fosse un domani. Solo che, purtroppo per lui, ciò potrebbe diventare presto realtà. Perché Ron Woodroof ha l’AIDS. Lui, il vero macho texano certificato, è stato infettato dalla “peste dei gay”, e secondo i medici gli rimane veramente poco tempo su questo maledetto pianeta…damn!

E’ così che inizia Dallas Buyers Club, film del 2013 diretto da Jean-Marc Vallée e ispirato a una storia vera, quella dello sregolato elettricista texano Ron Woodroof. Un giorno l’uomo si sente male al lavoro, viene ricoverato in ospedale, e lì scopre la terribile verità: è sieropositivo, e la malattia è in fase avanzata. La domanda sorge spontanea nella sua omofoba testaccia: com’è possibile che io, eterosessuale convinto, abbia contratto la malattia dei gay?

Ai tempi – siamo nel 1985 – avere l’AIDS significava automaticamente essere omosessuale, o ad ogni modo essere etichettato come tale, perché era proprio all’interno della popolazione gay maschile che la malattia si era diffusa con una velocità terrificante (come The Normal Heart ci ha insegnato). E’ un doppio shock per Ron: una malattia incurabile e anche la nomea di pervertito!

Per fortuna a non pensarla così – quantomeno riguardo il secondo punto – è la dottoressa Eve Saks (Jennifer Garner), che decide di prendere in cura lo scorbutico Ron. Non potrà fare molto per lui, ma lo aiuterà come potrà. Tanto per iniziare, proverà a inserirlo nel programma di sperimentazione di un nuovo farmaco, l’AZT, un potente antivirale che potrebbe rallentare di molto il progredire della malattia, se non addirittura fermarla.

Ron può cominciare a sperare. O forse no, perché non viene inserito nel programma. Darsi per vinto? Mai e poi mai! E così il personaggio di McConaughey riesce a farsi passare di nascosto il farmaco da un inserviente dell’ospedale. L’assunzione incontrollata dell’AZT (a cui vanno aggiunti litri di alcol e centinaia di sigarette) porta però il suo provatissimo fisico al collasso, e a un nuovo ricovero. E' in questa occasione che Woodroof conosce la transessuale tossicodipendente e sieropositiva Rayon (Jared Leto). Un incontro che gli cambierà la vita, anche se lui ancora non lo sa.

Dopo le dimissioni, Ron è disposto a tutto pur di procurarsi l’AZT, anche ad andare in Messico a farselo prescrivere dal dottor Vass, un medico radiato dall’albo a causa del suo approccio particolare alla medicina. E’ il dottor Vass a sganciare un’altra bomba: l’AZT è estremamente dannoso per l’organismo, e può portare alla morte. E’ per questo motivo che il medico prescrive a Woodroof una cura alternativa a base di peptide T, una proteina non dannosa ma non approvata dalle case farmaceutiche statunitensi.

Tre mesi dopo, però,  Ron è in condizioni decisamente migliori. E lì ha l’illuminazione: perché non importare anche in Texas questa cura, che per ora non è ancora stata approvata ma che, tecnicamente, non sarebbe illegale? Quando il personaggio di McConaughey rivede quello di Leto c’è la nascita del Dallas Buyers Club, il Club degli Acquirenti di Dallas, un'associazione i cui iscritti pagano una retta di 400 dollari mensili per avere tutte le medicine di cui hanno bisogno.

Tra svariate difficoltà, il club ha comunque successo, e Ron trova in Rayon una vera amica. Sarà la sua morte a convincerlo a intentare causa contro l’FDA (il meccanismo di controllo statunitense sulla sicurezza di farmaci e sostanze alimentari). Woodroof perde, ma crea un precedente molto importante: ogni essere umano deve avere il diritto di curarsi come meglio crede.

La battaglia di Ron si chiude offscreen nel 1997, con la sua morte. Che, a dispetto di quanto dettogli dai dottori che per primi lo visitarono, non sopraggiunse 30 giorni dopo il suo primo ingresso in ospedale, bensì 12 anni dopo.


L’appuntamento con Dallas Buyers Club è per venerdì 16 gennaio alle 21.10 su Sky Cinema 1.