Storia di una ladra di libri, una colonna sonora da incanto

Inserire immagine
Storia di una ladra di libri

Lunedì 26 gennaio alle 21.10 va in onda in prima visione tv Storia di una ladra di libri, film con Geoffrey Rush e la giovanissima Sophie Nélisse, che può contare sulla magistrale colonna sonora di John Williams.

Lunedì 26 gennaio alle 21.10 potremo finalmente ammirare in prima visione tv su Sky Cinema 1 HD (canale 301) Storia di una ladra di libri, toccante film di Brian Percival tratto da un libro di Markus Zusak. La storia della ragazzina che nella Germania nazista "ruba" libri per salvarli dai roghi ha commosso la platea internazionale non solo per la tematica, né unicamente per le performance eccezionali dei suoi protagonisti, dal veterano Geoffrey Rush alla nuova promessa Sophie Nélisse. Dietro tutto questo apprezzamento c'è anche un altro ingrediente fondamentale: la colonna sonora.

La colonna sonora di Storia di una ladra di libri è stata composta da una vera e propria leggenda di Hollywood, ovvero John Williams, che è tornato a lavorare alle musiche di un film che non fosse di Steven Spielberg per la prima volta dal 2005. Segno che Williams in questo progetto ci credeva fermamente. E dati i risultati, come dargli torto...

Una leggenda, si diceva: John Williams può vantare nel suo palmares personale di compositore la bellezza di cinque premi Oscar, quattro Golden Globe e ventuno (ventuno!) Grammy Awards. In pochi sono riusciti a fare altrettanto. Tra i film da lui musicati, figurano classici come Star Wars, Lo squalo, E.T. - L'extraterrestre, i film di Indiana Jones e Schindler's List. Ma stare a stilare l'elenco completo dei suoi lavori sarebbe davvero inutile. Fatto sta che adesso nel novero rientra un'altra piccola perla, ovvero questo Storia di una ladra di libri, la cui colonna sonora non poteva che essere eccezionale.

La colonna sonora di Storia di una ladra di libri è valsa a John Williams una nuova nomination agli Oscar, nel 2014, così come ai Golden Globe e ai Satellite Awards. Nessun premio, ma poco male: avvolgenti, fuori dal tempo, le musiche di Williams contribuiscono a ricreare il mondo e a raccontare le vicissitudini della giovane Liesel Meminger, conferendo alla pellicola di Brian Percival tutta un'altra potenza. Perciò, quando vi sintonizzerete lunedì 26 gennaio su Sky Cinema, aprite bene non soltanto gli occhi, ma anche le orecchie...