Una Notte al Museo 3: le 10 curiosità

Inserire immagine
Una Notte al Museo 3 - Il segreto del faraone in prima tv su Sky Cinema 1

Lunedì 21 dicembre, in prima visione, su Sky Cinema 1 alle 21.10  va in onda  Una Notte al Museo 3- Il Segreto del Faraone. Nell'attesa scopriamo i 10 segreti del film


Lunedì 21 dicembre, in prima visione, su Sky Cinema 1 alle 21.10 va in onda Una notte al Museo 3- il segreto del Faraone. Ecco le 10 cose da sapere su questo terzo, attesissimo capitolo della saga interpretata da Ben Stiller.

1) E’ l’ultimo capitolo della saga iniziata 8 anni fa e finalmente si svelerà il segreto che permette alla tavoletta di Akmenrah di fare prendere vita alle creature del museo  (che in questo episodio però smette di funzionare...)

2)
E’ l’ultimo film in cui  (purtroppo ) potremo ridere insieme a Robin Williams che è scomparso nell'agosto 2014:. Robin sarà ancora una  volta il Presidente Americano Teddy Roosevelt ( ah, per chi non lo sapesse  Roosevelt è stato il 26esimo presidente degli Stati Uniti,  un uomo molto amante dell’avventura e della natura, ma qui è soprattutto un grande romantico, innamorato della sua  guida: l’indiana d’america Sacajawea)

3)
Ben Stiller raddoppia: interpreta la guardia del museo: Larry e un uomo di Neanderthal: Laa... che è convinto che Larry sia suo padre. Le scene in cui li vediamo insieme sono state girate due volte, con delle controfigure e poi assemblate in post produzione.(ok, forse questo era ovvio, ma  forse non sapete che a volte è stato lo stesso regista Shawn Levy a fare da controfigura )

4) Ritornano Jedediah (Owen Wilson) e il centurione romano Octavius (Steve Coog
an). Siccome loro sono due soldatini, più piccoli di tutti gli altri, le loro scene sono state girate con il cosiddetto green back e poi, ancora una volta, aggiunte al resto del film. In una delle più esilaranti hanno a che fare con  Dexter, la scimmietta dispettosa (che non è fatta in CGI è vera! Ma si chiama Crystal ed è una femmina!)

5)
Arriva un nuovo personaggio: Lancillotto. Il cavaliere della tavola rotonda è interpretato dall’inglese Dan Stevens. Felicissimo di tanto onore ...un po’ meno di dovere portare sempre l’armatura che pesava 25 chili! (Ma quelle dei cavalieri medievali pesavano almeno il doppio)

6)
Altro nuovo personaggio: il premio Oscar Sir  Ben Kingsley: è il faraone, padre di Akmenrah che è custodito al British Museum per ragioni che scoprirete nel film...

7)
Il film è stato girato tra New York e Londra e moltissime scene sono state filmate proprio dentro al British Musuem :  uno dei musei più grandi  del mondo, visitato da 6 milioni di persone l’anno, quello che contiene la Stele di Rosetta per intenderci o le sculture del Partenone. Per ricreare  l’antico Egitto negli anni ’30 invece, la produzione è andata in un deserto canadese, portandosi dietro vestiti, macchine d’epoca e anche qualche cammello!

8)
Una delle scene più complesse da girare è quella dove i nostri eroi finiscono dentro ad una litografia del graphic artist olandese  M.C Escher famoso per le sue incredibili  opere su diverse dimensioni ed impossibili diverse leggi di gravità che ha richiesto 60 riprese moltiplicate per le 3 diverse dimensioni... un vero grattacapo!!

9) Ben Stiller
ci ha raccontato che, a fine riprese, si è tenuto come souvenir la tavoletta magica di Akmenrah: ce l’ha a casa,  assieme alle lunghe braccia che Tom Cruise indossava in Tropic Thunder (de gustibus...) 

10)
Dato il successo della saga molti musei adesso stanno aperti di notte...anche in Italia!  Se ci andate, fateci sapere se qualche cosa prende vita!