“50 sfumature di nonni”, l'account Twitter per l’eros over80

Inserire immagine

Mentre si attende l’arrivo della pellicola ispirata al best-seller spopola la parodia delle sfumature di grigio in cui una "granma" (nonna) descrive improbabili scene finto-erotiche... dai copri manette sferruzzati a maglia, all'urlo: “Sono tutta tua!”

Di che colore è l'erotismo a 80 anni? Grigio naturalmente, come il colore dei capelli dei senior... E come le sfumature, 50 per l'esattezza, tanto famose e ora in arrivo su grande schermo.
Proprio in occasione dell'uscita al cinema dell'atteso 50 sfumature di grigio, tratto dal romanzo di E. L. James, su Twitter nasce un account-parodia che immagina scene e dialoghi del libro prima e del lungometraggio poi, ambientate però in una dinamica relazionale tra due arzilli... ottantenni. La (finta) protagonista di Fifty Shades of Gran, @50ShadesGran, ovvero 50 sfumature di nonna, è proprio una ironica ottantenne, che interpreta Anastasia Steele, la giovane affascinata da Christian Grey, con qualche filo grigio in più tra i capelli.


Tutto un fremito... per alzarsi dal sofà - “Tutto il suo corpo era teso. Lei gemette e si contorse per ore prima di riuscire finalmente a sospirare rumorosamente. Accadeva sempre così quando si alzava dal divano”, ecco l'esempio della chiave ironica e del tono dei tweet. La scena erotica parte sempre piccante, ma poi si smorza trasformandosi in una semplice immagine di vita di tutti i giorni. Come in questo messaggio: “Oh mio Dio! Urlava mentre le sue anche scivolavano avanti e indietro, dapprima lentamente e poi sempre più veloce... Finché non cadde dalla sedia a rotelle”. O ancora: “Dai, sai bene cosa vuoi, lascia spazio ai tuoi desideri, sospirò lui. Lei: Oh, allora lo faccio... prenderò il bis di prosciutto”.


Dal Bondage al Bingo - L'account, che ha già circa 15mila seguaci, gioca molto sui comuni battibecchi tra le coppie più anziane e sui dialoghi della loro vita di tutti i giorni. E i meccanismi e le abitudini degli ottantenni ci sono proprio tutti: dalle giunture che scricchiolano ai problemi con la dentiera, dalle code alla Posta alle monetine mancanti per pagare al supermercato, dalla passione per le soap opera in tv al pisolino pomeridiano. Diventano il pretesto per riraccontare in modo buffo e un po' irriverente le scene di tanto decantato erotismo del film in uscita. Come questo, dove il termine BDSM (termine che indica chi predilige pratiche sessuali di Bondage, Dominazione, Sado e Maso) diventa l'acronimo per abitudini lievemente più tranquille: “Mi disse che era in cerca di BDSM – Bingo (tombola),  Dozing (sonnellino), Sherry e Midsome Murders (la serie tv dell'ispettore Barnaby)”. O come i desideri che il vedere un paio di manette fa nascere nella mente della nonnina: naturalmente, la prima idea è quella di sferruzzare a maglia un bel paio di coprimanette di lana!